Notizie dal TerritorioPrimo Piano

Appennino Lucano: Pres. Priore firma intesa con i “Parchi del Centro-sud”. Aliandro: “necessario cambio di passo”

Lunedì 15 febbraio presso la sede della Camera di Commercio di Cosenza, su proposta della stessa, è stato firmato il protocollo d’intesa tra i “Parchi del Centro-sud” con l’obiettivo di predisporre programmi e progetti legati alla valorizzazione del settore turistico ed alla promozione e alla divulgazione delle filiere produttive del territori montuosi.

Il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano VA-L, è stato rappresentato dal Commissario/Presidente, Dr. Giuseppe Priore, che ha evidenziato l’importanza di questa intesa sottoscritta dai colleghi Presidenti dei Parchi Nazionali d’Abruzzo, del Pollino e della Sila, che dovrà arricchirsi attraverso la condivisione delle buone pratiche sviluppate negli anni nei propri rispettivi ambiti territoriali.

 

L’aspettativa comune è ora quella di condividere le proposte che dalle Camere di Commercio della varie Province di riferimento perverranno agli Enti sottoscrittori del documento perché possano tradursi in azioni a sostegno del mondo imprenditoriale e produttivo delle aree interne dell’Appennino centro-meridionale.

 

L’appello fatto mesi fa non ha prodotto alcuna risposta, poiché le numerose istanze proposte dai nostri cittadini sono tutt’ora in stand-by, come del resto l’ente, incapace di eseguire i propri compiti. Ad oggi mancano le figure amministrative essenziali per gestire, coordinare e pianificare l’insieme delle attività necessarie a rendere efficiente, operativo e innovativo il parco”. Lo afferma il consigliere Gianuario Aliandro (Lega), che sottolinea: “Con il nuovo Governo Draghi e l’istituzione del ministero della Transizione ecologica è necessario che l’Ente Parco Val D’Agri Lagonegrese attui un cambio di passo e assolva le sue funzioni”.

“Ricordiamo – precisa il consigliere – che il Parco rappresenta un’opportunità di rilievo in un’epoca, dove il ‘verde’ è e sarà sempre più protagonista dello sviluppo e della crescita economica. Va dunque ottimizzata la sua gestione, progettando una strada che ci conduca alla sostenibilità e offra un terreno fertile alla ricerca e alla promozione turistica. Così si potrà creare una situazione economica positiva, in sinergia con il territorio, valorizzando il patrimonio forestale e garantendo un miglioramento delle condizioni economiche e sociali, nell’intera area di riferimento. A tal fine è necessario che la macchina amministrativa riprenda pienamente la sua operatività, terminando così il periodo di commissariamento”.

“Auspico – conclude Aliandro – che il cambiamento avvenuto a livello nazionale, con la guida dell’esperto Ministro Roberto Cingolani, riesca ad avere una ricaduta positiva sull’ente e sul territorio, riuscendo a soddisfare le esigenze dell’intera comunità”.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com