Primo PianoSocietà e Cultura

A Paterno l’Unpli celebra le Donne


In occasione della Festa della Donna si è svolto a Paterno un importante incontro: ”Il ruolo delle Donne nel mondo del Volontariato“ promosso da Unpli Basilicata in sinergia con la locale pro loco “Terra dei Padri”.

Al centro un momento di confronto sul ruolo della donna nel mondo del volontariato. Tanti i relatori e le relatrici che hanno restituito le loro riflessioni ad una gremita sala consiliare. A fare gli onori di casa, aprendo il dibattito, Mariella De Filippo, Presidente della Pro Loco di Paterno, la quale ha sottolineato la figura di ben tre donne al vertice nella comunità Paternese, tra amministrazione, con la sindaca Tania Gioia e Pro Loco. A prendere poi la parola è stato il Presidente Regionale dell’Unpli, Vito Sabia, che ha spiegato di come questo incontro fosse <<ormai diventato un appuntamento fisso. Le donne hanno una sensibilità particolare che le rende vicine al mondo del volontariato . Lo scopo dell’incontro non è solo quello di restituire il racconto della loro esperienza, ma anche quello di sottolineare la loro preziosità in ambito culturale e sociale>>. È poi intervenuta la Consigliera Regionale Unpli Basilicata, Rosa Fortunato, il Consigliere Nazionale Unpli Basilicata, Pierfranco De Marco, la Presidente della Pro Loco di Marsico Nuovo, Maria Antonietta Lupo, che ha sottolineato la dedizione che i ruoli apicali richiedono, spesso sacrificando famiglia e tempo libero. La Presidente della Pro Loco di Castelsaraceno, Feliciana De Lorenzo, prima donna ai vertici della sua Pro Loco dopo sedici anni, ha parlato del riscatto sociale che spesso la donna ottiene grazie al volontariato. La Presidente Avis della sezione di Paterno, Mariella Masino, ha spiegato la differenza di donazioni tra uomini e donne. Gli uomini possono effettuare quattro donazioni annue di sangue intero, per le donne in età fertile il numero di donazioni annue scende a due.

La parità si raggiunge solo per le donazione di plasma in aferesi, che non vede dunque disparità di genere. Ha restituito poi la sua testimonianza Carmela De Vivo, portavoce Forum Terzo Settore Basilicata, e la Consigliera di Parità Effettiva della Provincia di Potenza, Simona Bonito, che ha spiegato di come <<il nostro sia il paese con il più alto tasso di disparità di retribuzione tra uomini e donne. A noi viene riconosciuto il talento in alcune cose, ma questo non ci consente di raggiungere ruoli apicali, nonostante l’impegno, lo studio, la dedizione siano al pari dei colleghi uomini>>. La chiosa sugli argomenti trattati è stata poi affidata all’Assessore alle infrastrutture e alla mobilità della Regione Basilicata, Dina Sileo. << Non sono le donne che si devono autocelebrare-ha affermato la Sileo-altrimenti è ridondante sottolineare che io donna debba spiegare di dover essere rispettata. Vorrei, e lo dico con provocazione, un tavolo di uomini che parlino delle donne. Nelle istituzioni non si deve parlare di quote, perché per quota si deve solo intendere il quoziente intellettivo dell’individuo e non se esso sia uomo o donna . Saremo in grado di ottenere una società civile, pronta al rispetto della donna e dell’individuo, quando ciascuno potrà sentire di poter contribuire nel mondo con la propria personalità ed empatia e con il proprio senso del dovere>>. Sono seguiti poi anche degli interventi da parte della platea e ad allietare l’evento la giovane cantate Emily, che ha omaggiato la bellezza della donne con dei brani di autore aventi il medesimo filo conduttore.

Articoli correlati

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com