Primo PianoSocietà e Cultura

A Marsico Nuovo si è festeggiata la Giornata delle Forze Armate con una “bomba della pace”


Per la ricorrenza del centenario della Grande Guerra a Marsico Nuovo si è celebrata la Festa dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate. Durante la manifestazione intitolata “Chi dimentica il passato non ha futuro”, si sono ricordati i tanti caduti che si sono sacrificati per dare vita al Paese e in particolare i caduti che risiedevano nel suddetto comune. Oltre a ricordare il passato, la giornata è stata dedicata anche e soprattutto alle Forze Armate che nella nostra Repubblica, come ha sottolineato il Sindaco Gelsomina Sassano durante il suo discorso, garantiscono la sicurezza interna e la ricerca della pace a livelli internazionale. La cerimonia è stata arricchita dall’utilizzo del logo del centenario, poiché la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha riconosciuto l’iniziativa meritevole di essere inserita nel programma ufficiale delle commemorazioni del centenario e così ha concesso il logo al comune valligiano.

La giornata è iniziata con il raduno in piazza Unità d’Italia, poi è proseguita con la messa nella Chiesa di San Marco e la deposizione della corona vicino il monumento ai caduti. A rendere ancora più particolare la manifestazione è stata la rievocazione storica messa in scena dall’Associazione Culturale Teatrale Marsicana e i temi sulla pace e sulla guerra redatti dagli alunni dell’Istituto Comprensivo, non letti durante la celebrazione, ma consegnati al comune, conservati e sigillati in una capsula ermetica denominata la “bomba della pace”, la quale è stata murata sotto il monumento ai caduti e si renderà pubblica tra cinquant’anni, così quando gli autori saranno ormai ultra sessantenni potranno leggere ciò che era il loro pensiero nel 2018 alle future generazioni.

Elisa Casaletto


 

 

 

Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp