Lavoro e SalutePrimo Piano

Tempa Rossa: siglato l’accordo per favorire il ricollocamento del personale impegnato nella costruzione di Tempa Rossa


Il 20 novembre, negli Uffici della Regione Basilicata, alla presenza dell’assessore regionale alle Politiche di Sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca, si è compiuto un ulteriore passo verso un accordo organico tra la Total, la Regione, le Organizzazione Sindacali e i Comuni della Concessione Gorgoglione, con riferimento al progetto Tempa Rossa ed allo sviluppo economico e sociale del territorio.

In effetti, dopo l’accordo dello scorso 5 novembre nel quale tra l’altro si è definito un riconoscimento economico quale forma di sostegno al reddito ai lavoratori lucani che hanno cessato l’attività a far data dal 31 ottobre 2018 e che hanno lavorato sul cantiere per almeno dodici mesi anche non continuativi, ieri si sono definiti i criteri di dettagli di un data base specifico dei lavoratori lucani già impiegati nella fase di realizzazione del centro olio che permetterà di promuoverne il ricollocamento.

L’incontro del 20 novembre è stato anche l’occasione per la Regione di distribuire ai rappresentanti dei Comuni della Concessione e delle Organizzazioni Sindacali il documento denominato “Magna Carta per la trasparenza del progetto Tempa Rossa e per la partecipazione del territorio” predisposto da Total ed avente come fine tra l’altro:

  • di stabilire un quadro di reciproca fiducia e cooperazione nello svolgimento delle rispettive funzioni necessarie per lo sviluppo del Progetto Tempa Rossa, e di ogni ulteriore sviluppo della Concessione, nonché di definire il quadro di valori condivisi entro il quale le Parti svolgeranno la propria attività futura e stabilire un sistema relazionale tra le Parti;
  • di coinvolgere la popolazione del territorio, rappresentata dei Comuni e i lavoratori attraverso le Organizzazioni Sindacali, nello sviluppo economico e sociale del territorio della Valle del Sauro e nel monitoraggio del Progetto Tempa Rossa.

La Magna Carta, così come sviluppata da Total prevede dei concreti piani d’azione che riguardano la salute e l’ambiente, l’occupazione e lo sviluppo del capitale umano, i nuovi progetti di investimento, le iniziative a favore dello sviluppo economico e dell’imprenditoria.

Va ricordato che più di 350 imprese italiane hanno contribuito alla realizzazione del progetto Tempa Rossa; queste, al picco di lavoro della fase di sviluppo hanno dato luogo a :

  • 3 500 posti di lavoro sul cantiere di Tempa Rossa, di cui l’80% del Mezzogiorno,
  • 300 posti di lavoro per i lavori sul cantiere della raffineria di Taranto,
  • 6 000 posti di lavoro nelle fabbriche e negli studi di ingegneria del resto d’Italia.

Una volta avviata la fase di produzione, si creeranno nuove opportunità d’impiego per il personale qualificato del territorio, ed in particolare per i giovani laureati. I posti di lavoro globalmente previsti per tale fase sono:

  • 190 dipendenti di Total, di cui per l’85% sono residenti in Basilicata
  • Fino a 500 unità impiegate degli appaltatori, subappaltatori, società di servizio, di cui quelli oggi impiegati per l’85% sono residenti in Basilicata, per la metà residenti nei Comuni della concessione.
  • Fino a 1 000 unità impiegate degli appaltatori e subappaltatori per i ulteriori investimenti che Total prevede di realizzare progressivamente dal 2019 al 2022, nell’ambito del piano di sviluppo già approvato per la concessione.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com