Tasse e cittadini

Rottamazione ter: Confcommercio, circa 16mila domande dalla Basilicata


Sono in arrivo le lettere di risposta da parte dell’ Agenzia delle Entrate-Riscossione ai 15.897  contribuenti lucani che hanno presentato le richieste per aderire alla “rottamazione ter” entro il 30 aprile scorso (alcuni contribuenti hanno presentato più di una richiesta). La Confcommercio di Potenza – che ha tenuto nei mesi scorsi incontri sul territorio (Villa d’Agri, Latronico, Melfi, Potenza) per informare titolari di imprese e cittadini – esprime un giudizio positivo sulle adesioni pervenute dalla nostra regione e ricorda che l’Agenzia delle Entrate-Riscossione sta inviando a tutti gli interessati la comunicazione delle somme dovute, con l’esito della richiesta di adesione e le indicazioni per procedere al pagamento dell’importo, scontato delle sanzioni e degli interessi di mora. Le prime comunicazioni sono partite nei giorni scorsi, e l’invio sarà completato entro il 30 giugno 2019.

Nel dettaglio, la ripartizione delle adesioni per regione trova il Lazio al primo posto con 236.812 domande, al secondo posto la Campania (190.179) e al terzo la Lombardia (185.599). A seguire ci sono Toscana (108.332), Puglia (101.442), Emilia Romagna (84.679), Piemonte e Valle d’Aosta (81.722), Veneto (81.100), Calabria (76.905), Sardegna (53.109), Liguria (40.032), Abruzzo (35.174), Marche (33.740), Umbria (28.259), Friuli Venezia Giulia (18.298), Basilicata (15.987), Trentino Alto Adige (9.418). Ultimo il Molise, con 8.122 dichiarazioni di adesione.

Per il cosiddetto saldo e stralcio, previsto dalla legge di Bilancio 2019 e riservato ai contribuenti con Isee sotto i 20 mila euro, la risposta dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione alle circa 332.000 domande presentate arriverà invece entro il 31 ottobre 2019.



L’Agenzia delle Entrate invia le comunicazioni tramite Pec ai contribuenti che, in fase di adesione, hanno comunicato un indirizzo di posta elettronica certificata; a tutti gli altri arriverà una lettera raccomandata. L’Agenzia informa gli interessati se la richiesta è stata accolta o rigettata tramite comunicazione, che contiene inoltre i bollettini di pagamento in base alla scelta effettuata in fase di adesione (fino a un massimo di 18 rate). Se il piano di dilazione prevede più di 10 rate, la comunicazione di giugno conterrà i primi 10 bollettini di pagamento mentre i rimanenti saranno inviati successivamente, prima della scadenza dell’undicesima rata. Una copia della comunicazione sarà disponibile, a partire dalla prima settimana di luglio, nell’area riservata del portale dell’Agenzia.

Sono diverse le tipologie di comunicazioni, predisposte per le differenti tipologie di casi. Con l’Accoglimento totale (At) della richiesta i debiti contenuti nella dichiarazione di adesione presentata sono interamente rottamabili. Mentre l’Accoglimento parziale (Ap) della richiesta riguarda quei contribuenti che hanno importi da pagare per debiti rottamabili ma hanno anche debiti non rottamabili. Il terzo caso-tipo, identificabile con le lettere Ad, è riservato alle adesioni con debiti rottamabili per i quali nessun importo risulta dovuto.

Per il presidente Fausto De Mare, “è indubbia la situazione di sofferenza delle nostre microimprese per lo più individuali o familiari dovute ad anni di crisi e che ancora vivono l’incertezza dell’attuale fase economica del Paese. Proprio perché le nostre pmi sono legate al territorio in cui operano – aggiunge – non hanno molte strade da seguire per la rivitalizzazione di attività che sono essenzialmente di servizio alle nostre comuntà. Per la Confcommrercio la rottamazione ter è solo un tassello che ne richiede altri per la rivisitazione dell’intero sistema tributario italiano datato e di fatto superato e per introdurre il principio di buon rapporto contribuente-fisco”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp