Notizie dal TerritorioPrimo Piano

“Mille Occhi Sulle Città”, firmato da 16 sindaci e forze dell’ordine il Protocollo sulla sicurezza

In Basilicata, a Potenza, presso la sede della Prefettura, in piazza Mario Pagano, è stato siglato nella mattinata di ieri, martedì 12 dicembre, l’atto aggiuntivo al Protocollo d’intesa denominato “Mille Occhi Sulle Città“, già stipulato il 12 dicembre del 2012 con il comune di Potenza ed alcuni istituti di vigilanza della provincia di Potenza, all’epoca presenti e tutt’ora in corso di validità.

All’incontro, presieduto dal Prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro, hanno partecipato il Presidente dell’ANCI Basilicata, Salvatore Adduce, il sindaco della città, Dario De Luca, primo firmatario, il Questore della Provincia, Alfredo Anzalone, il Colonnello Daniele Scardecchia, Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Colonnello Gianluca Dinoi, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, i quindici sindaci della provincia di Potenza dei comuni di Baragiano, Brienza, Carbone, Corleto Perticara, Maratea, Muro Lucano, Picerno, Rapolla, Ripacandida, Sant’Angelo Le Fratte, Sarconi, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania, Savoia di Lucania e Tito e i rappresentanti legali dei 6 Istituti di vigilanza di Potenza e provincia che hanno aderito all’iniziativa, Città di Potenza, Cosmopol Basilicata, Frecce Lucane, La Vigile, Security Department e Valtur Security.

Il Prefetto, Cagliostro, dopo l’incontro avuto ieri a Roma, nella sede del Ministero dell’Interno, con il ministro dell’Interno, Domenico Marco Minniti e il ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Maria Anna Madia, nel rivolgere un indirizzo di saluto ai tanti presenti e ringraziarli della loro partecipazione all’evento, ha affermato che “il rinnovo del Protocollo “Mille Occhi Sulle Città”, che avviene a seguito della conversione del decreto – legge 20 febbraio 2017, n. 14, nella legge 18 aprile 2017, n. 48 recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”, costituisce un valore aggiunto per il controllo del territorio anche in via preventiva, grazie all’azione congiunta delle forze integrate quali le forze di Polizia, gli Istituti di vigilanza e la Polizia Locale”.

Al fine di migliorarne l’operatività dell’intesa e per rafforzarne le attività di contrasto attraverso un modello operativo dinamico, il Prefetto ha, inoltre, sottolineato che “saranno attuate verifiche periodiche con tutti i sottoscrittori, dopo una prima fase di applicazione, con cadenza a 3 o 6 mesi”.

Il Presidente dell’ANCI, Salvatore Adduce, ha manifestato apprezzamento per l’iniziativa che “rappresenta una buona pratica da estendere gradualmente a tutto il territorio
tenuto conto degli esiti favorevoli verificatisi nel corso della fase sperimentale avviata con il comune di Potenza”.

I rappresentanti delle forze dell’ordine, il Questore Alfredo Anzalone, il Colonnello Daniele Scardecchia, Comandante Provinciale dei Carabinieri e il Colonnello Gianluca Dinoi, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza che hanno sottoscritto per adesione l’atto aggiuntivo, hanno sottolineato nel loro breve intervento, “la grande utilità del Protocollo che persegue l’obiettivo di sviluppare un sistema di sicurezza partecipata ed integrata e che nei momenti di crisi può contribuire a rassicurare i cittadini e le varie attività commerciali, grazie anche alla presenza sul territorio dei vari commissariati di Polizia, stazioni e comandi dei Carabinieri e della Guardia di Finanza che da anni sono i veri sensori della sicurezza, svolgendo un servizio capillare e sociale a favore dei cittadini e nell’intera collettività”.

Il sindaco di Potenza, Dario De Luca, pur non condividendo a pieno, sopratutto in passato, il servizio di videosorveglianza, portando alcune testimonianze in merito su un suo viaggio a Montecarlo, città sotto stretta sorveglianza, dove fu visto prima recarsi ad un incontro, ha evidenziato che di questi tempi sarebbe, invece, opportuno questo sistema, proprio, per dare più tranquillità ai cittadini e, quindi, “l’attuazione del Protocollo “Mille Occhi sulle Città”, incrementerà sicuramente la percezione della sicurezza da parte dei residenti, prevenendo e contrastando i fenomeni predatori e di microcriminalità”.

I sindaci firmatari, nel ringraziare il Prefetto per l’attenzione mostrata al territorio con la proposta di estensione dell’atto aggiuntivo e le forze dell’ordine, per l’impegno profuso quotidianamente nelle attività di controllo, hanno auspicato in alcuni interventi che “la sottoscrizione dell’intesa di oggi possa integrare e coadiuvare il sistema della sicurezza sopratutto in quei territori di confini regionali più esposti a certi rischi e dove vige ancora omertà”.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS