Notizie dal MondoPrimo Piano

Isis, ecco la chat che minaccia l’Italia


“Bruxelles, Parigi, Stoccolma, Berlino, Nizza, Spagna, Finlandia, Russia… Who’s next?”. Chi è il prossimo? Ed ecco la bandiera tricolore. Ecco la minaccia dei terroristi Isis all’Italia, ieri comparsa sulla chat segreta Telegram “Lone Mujahid”, di cui Repubblica ha ottenuto i messaggi. La bandiera italiana è inequivocabile. Poco sotto, alcune scritte in inglese. Anche queste lasciano pochi dubbi. “I nipoti di Tariq ibn Ziyad hanno seminato il terrore nei loro cuori, lo stesso faranno i nipoti del leone Omar al Muktar, che colpiranno presto!”.

Isis, ecco la chat che minaccia l'Italia

Evidente dunque il richiamo agli attentati di Barcellona. E di qui, l’appello agli attacchi in Italia. Come noto, infatti, Omar al Muktar, guerrigliere della Cirenaica, in Libia è considerato l’eroe della resistenza anticoloniale contro l’Italia negli anni Venti, poi catturato e giustiziato nel 1931. La chat legata all’Isis incita quindi i libici e gli arabi tutti a vendicarsi di quell’esecuzione e attaccare l’Italia.

Ma la chat “Lone Mujahid” è un canale ufficiale Isis? No. Però è molto vicina allo stato islamico, anche se non si sa quanto organica al Califfato. Lone Mujahid significa del resto “lupo solitario” ed è in questa e altre simili chat su Telegram dove in teoria i “lupi solitari” (denominazione alquanto labile per un terrorista dell’Isis, ma questa è un altra storia) entrano per ottenere istruzioni e consigli su un eventuale attacco.

Lone Mujahid, tuttavia, negli ultimi anni ha minacciato molti altri paesi, minacce che molto spesso non sono state seguite da alcun attacco. Ma certo l’Italia, e soprattutto Roma, sono da tempo minacciate dall’Isis, anche sui suoi canali ufficiali: bandiere nere sul Colosseo e Vaticano, minacce personali a Papa Francesco. Ecco perché l’allerta, al di là della chat Lone Mujahid resta molto alta.

FONTE: REPUBBLICA.IT

Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CLICCA QUI
Close