Notizie dal Territorio

Castelsaraceno, un riconoscimento per progetto “Naturalmensa”


“Naturalmensa, il progetto di refezione scolastica del Comune di Castelsaraceno diventa mensa biologica di eccellenza. Con Decreto Interministeriale n. 11703 del 29/11/2018 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo di concerto con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 38 del 14 Febbraio 2019, è stato assegnato il prestigioso riconoscimento sulla base delle percentuali minime di utilizzo di materie prime di origine biologica nella misura di almeno il 90% per frutta, ortaggi, legumi, prodotti trasformati di origine vegetale, pane e prodotti da forno, pasta, riso, farine, cereali e derivati, olio extravergine, 100% per uova, yogurt e succhi di frutta, 50% per prodotti lattiero-caseari, carne e pesce da acquacoltura”. Lo rende noto l’ufficio stampa del Comune di Castelsaraceno.

“Con il Decreto è stato anche ripartito il fondo nazionale per l’anno 2018, assegnando alle stazioni appaltanti individuate un contributo finanziario che sarà utilizzato per ridurre i costi a carico dei beneficiari del servizio di mensa scolastica biologica e per realizzare iniziative di informazione e di promozione nelle scuole e di accompagnamento al servizio di refezione”.“Con questo prestigioso riconoscimento – è scritto nel comunicato – ottenuto in Basilicata soltanto dal Comune di Castelsaraceno in ottima compagnia del Comune di Matera, si conferma la lungimiranza del progetto di refezione scolastica avviato dall’Amministrazione comunale nel 2016 e che con un modello innovativo di gestione, mette al centro del servizio l’educazione alimentare e la valorizzazione delle produzioni agroalimentari di tipo biologico presenti sul territorio”.

NaturalMensa è un progetto sperimentale che, in co-progettazione con la Cooperativa Sociale Cosmos onlus, ha l’ambizione di tracciare un possibile modello di sviluppo locale per i Piccoli Comuni, incentrato sull’agricoltura biologica, sul turismo enogastronomico di qualità e sulla promozione di stili di vita salutari, partendo dalla scuola e dall’educazione delle giovani generazioni. Una visione sostenibile, per costruire comunità felici e consapevoli delle vocazioni territoriali dei luoghi abitati.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com