Petrolio in Val d'Agri e Valle del SauroPrimo Piano

Procedura di consultazione per l’aggiornamento del Piano di Emergenza Esterna del Cova ENI Val d’Agri


La Prefettura di Potenza informa che è in corso la procedura finalizzata all’aggiornamento del Piano di Emergenza Esterna dello stabilimento industriale ENI Centro Oli Val d’Agri, ubicato in Località Cembrina del Comune di Viggiano.
Ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 3 e 4 del decreto ministeriale n. 200/2016 le informazioni relative al piano sono disponibili ed in libera visione della popolazione (persone fisiche, singole ed associate, nonché enti, organizzazioni o gruppi che siano o possano essere interessati dalle azioni derivanti dal piano di emergenza esterna) per trenta giorni consecutivi dal 1^ luglio al 30 luglio 2024 presso i Comuni di Viggiano e di Grumento Nova.
La medesima documentazione è disponibile per la consultazione sui siti istituzionali della Prefettura di Potenza e dei Comuni di Viggiano e di Grumento Nova.
Durante il periodo sopraindicato la popolazione interessata può presentare alla Prefettura (anche per il tramite degli uffici comunali) osservazioni, proposte o richieste relative al P.E.E. delle quali si terrà conto nell’ambito delle attività di aggiornamento della pianificazione prima della definitiva adozione dello stesso Piano.

In data 17 giugno 2024 si è tenuta presso la Prefettura una riunione durante la quale è stato condiviso l’allegato opuscolo informativo redatto da codesti Uffici con la collaborazione dell’ENI di Viggiano.

Nel corso dell’incontro è stato, altresì, riferito che – relativamente alle osservazioni concernenti l’attivazione elettronica dei cancelli di accesso all’area industriale di Grumento Nova e Viggiano attraverso l’apposizione di tutor sovra­stradali – la questione è stata segnalata al Comitato Tecnico Regionale dei Vigili del Fuoco, il quale ha precisato che detta misura integrativa, in quanto finalizzata alla riduzione della tempistica di attivazione delle procedure di controllo dei varchi e di informazione alla popolazione, laddove attuabile, rientra senz’altro nell’ottica del perseguimento di condizioni migliorative dell’efficacia della pianificazione di che trattasi.

Considerato, quindi, che il predetto CTR non ha ravvisato osservazioni in merito ai contenuti del PEE in argomento, si invitano codesti Comuni ad avviare la fase di informazione alla popolazione del Piano di Emergenza Esterno, prevista dall’art. 21 c. 10 del suddetto decreto legislativo, e meglio disciplinata dall’art. 3 del Decreto 29 settembre 2016, n. 200 del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

A tal fine è stato predisposto l’unito avviso concernente la procedura di consultazione, di cui dovrà essere data adeguata pubblicità nelle forme ritenute più idonee.

Codesti Comuni sono invitati, pertanto, ai sensi e per gli effetti del citato decreto ministeriale, a rendere disponibile alla popolazione (persone fisiche, singole ed associate, nonché enti, organizzazioni o gruppi che siano o possano essere interessati dalle azioni derivanti dal PEE), le informazioni relative al piano per trenta giorni consecutivi presso gli uffici comunali.

La medesima documentazione dovrà essere resa disponibile per lo stesso periodo sul siti web di codesti Comuni. Decorso il termine dei trenta giorni dalla pubblicazione si invita a trasmettere, a questo Ufficio, le eventuali osservazioni presentate per le successive valutazioni di competenza.

Piano di emergenza esterna (PEE)

Opuscolo informativo – Aree esterne Centro Olio Val d’Agri

Articoli correlati

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com