Emergenza Coronavirus
ULTIM'ORA

La Basilicata con l’Rt italiano più alto

Per settimane, durante la prima ondata della pandemia da coronavirus e durante un’estate praticamente “covide free“, è stata all’ultimo posto tra le regioni italiane per l’Rt. E, invece, calcolato al 4 novembre, l’indice di contagiosità consegna ora la Basilicata un non invidiabile primato.

L’Rt a 1,46 (rispetto all’1,18 della media nazionale) fa tuttavia segnare un miglioramento rispetto ai precedenti aggiornamenti e così la regione resta zona arancione e, almeno per ora, non diventa rossa così come si era paventato nei giorni scorsi.

Indice Rt regioni al 4 novembre

Se prendiamo la stima puntuale calcolata al 4 novembre, l’indice è in calo un po’ ovunque, con 4 regioni che sono già scese sotto l’1 il che significa che siamo teoricamente di fronte a una fase calante della cruva dei contagi. Sono Lazio (0,82), Liguria (0,89), Molise (0,94) e Sardegna (0,79).

Abruzzo 1,32
Basilicata 1,46
Calabria 1,06
Campania 1,11
Emilia-Romagna 1,14
Friuli- Venezia e Giulia 1,27
Lombardia 1,15
Marche 1,17
Piemonte 1,09
Provincia Bolzano 1,16
Provincia Trento 1,03
Puglia 1,24
Sicilia, 1,14
Toscana 1,31
Veneto 1,16
Umbria 1,06
Val d’Aosta 1,14.

 

Settimana 9-15 novembre: indice Rt

Abruzzo: 1.29
Basilicata:1.54
Calabria: 1.09
Campania: 1.13
Emilia Romagna: 1.2
Friuli Venezia Giulia :1.29
Lazio: 0.9
Liguria: 0.92
Lombardia: 1.25
Marche: 1.27
Molise: 1.05
Piemonte:1.1
PA Bolzano: 1.22
PA Trento: 1.07
Puglia: 1.24
Sardegna: 0.84
Sicilia: 1.13
Toscana: 1.44
Umbria:1.09
Valle d’Aosta:1.23
Veneto: 1.23

 

Il monitoraggio Iss in Pdf

Classificazione-del-rischo-della-resilienza-EPI_20 novembre 2020

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS