Società e Cultura

Inflazione: la Regione dove si risparmia di più è la Basilicata




Sulla base dei più recenti dati Istat, l’Unione nazionale consumatori ha stilato le classifiche dei capoluoghi e Comuni con più di 150mila abitanti, oltre che delle Regioni più care d’Italia. Bolzano e Milano le più costose, a Potenza l’aumento più basso.

La città più virtuosa è Potenza, con un’inflazione del 9,2% e una spesa aggiuntiva per una famiglia tipo pari a “solo” 1817 euro. Al 2° posto Catanzaro (+10,2%, +1.905 euro). Medaglia di bronzo per Reggio Calabria (+10,5%, +1.961 euro). La città con inflazione più bassa d’Italia è Aosta, con +8,5% (2.104 euro).

La Regione più risparmiosa, nel confronto tra novembre e dicembre 2022, è la Basilicata, +9,3%, pari a 1801 euro, seguita dalla Calabria (+11,2%, +2.049 euro). Medaglia di Bronzo per la Puglia (+12,7%, +2.056 euro).

A livello regionale sono undici le regioni (Sicilia, Trentino Alto Adige, Sardegna, Liguria, Abruzzo, Puglia, Umbria, Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Toscana) nelle quali l’inflazione del 2022 risulta più ampia di quella nazionale; in Calabria è pari al dato nazionale, mentre si attesta al di sotto la crescita dei prezzi al consumo nelle restanti otto regioni (Campania, Lombardia, Lazio, Marche, Molise, Piemonte, Basilicata, Valle d’Aosta).

Vito Bardi a riguardo:
Anche a dicembre l’inflazione in Basilicata è la più bassa d’Italia dopo la VDA. E’ storicamente altissima, ma il nostro dato regionale ci dice che con la legge sul “gas gratis a tutti i lucani” abbiamo difeso il potere di acquisto delle famiglie.”

Articoli correlati

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com