Primo PianoPromozione del territorioViggiano

Che cosa vedere in Val d’Agri? Oggi siamo sulla Montagna Grande di Viggiano

Quando si pensa alla Val d’Agri vengono in mente dolci colline, piccoli paesi circondati dai campi, profumi di vino, tartufi e castagne, un’atmosfera magica in cui i colori della terra, variopinti e suggestivi, si impastano e si fondono per creare il piacere di emozioni senza tempo. In generale, viene in mente una sensazione di tranquillità mista a bellezza: perché questa verdeggiante pianura attraversata dal fiume Agri, l’antico Akiris, nel cuore del giovane Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, non è un posto per tutti.

E’ un microcosmo di ambienti diversi dove uomo e natura da secoli vanno a braccetto, che va esplorato ed assaporato e che ancora riesce ad emozionare. Un territorio immerso in una serena tranquillità che si offre al visitatore nella bellezza della sua natura, delle rigogliose aree boschive e dei pascoli verdi; in cui l’acqua, protagonista indiscussa, sgorga copiosa da antichissime sorgenti tra rivoli e torrenti. E’ la terra della luce e del silenzio, dov’è ancora possibile ascoltare il suono del vento.

Ma – soprattutto se non ci si è mai stato – quali luoghi scegliere, tra i tanti, per un weekend o una settimana di vacanza? Ecco i nostri consigli.

Oggi vi portiamo sulla Montagna Grande di Viggiano, luogo in cui ha sede il Santuario della Madonna Nera, Regina e Patrona della Lucania. Ve la raccontiamo semplicemente con questa immagine a 360° scattata dal drone operator Antonio Lacorcia.

Sposta la foto con il mouse

È l’incertezza che affascina. La nebbia rende le cose meravigliose.
Foto di Antonio Lacorcia

Pubblicato da Gazzetta Della Val d’Agri su Lunedì 19 ottobre 2020

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS