Primo PianoEmergenza Coronavirus

Virus, bollettino del 15 Agosto: 629 nuovi casi in Italia

E’ un ferragosto sicuramente diverso rispetto al solito, quello che sta vivendo il nostro Paese.

Anche in Italia, nelle ultime ore, torna la paura del contagio da Covid-19 e degli effetti più devastanti della Pandemia.

Diversi i segnali negativi in questo senso: l’ultimo bollettino (Sabato 15 Agosto ndr) parla di 629 nuovi contagi.

Non si registrava una tale impennata da circa tre mesi.

E’ bene specificare che una grande parte dei nuovi contagi, riguarda casi d’importazione: moltissimi i tamponi positivi di giovani di rientro dalle vacanze all’estero.

Si tratta soprattutto di persone che hanno soggiornato, nella seconda metà di Luglio, a Malta, Croazia, Grecia e Spagna.

Nonostante un’ampia percentuale di asintomaticità, le condizioni cliniche di alcuni giovani (sotto i trent’anni) destano grande preoccupazione.

Emblematico in questo senso l’allarme lanciato poche ore fa dall’epidemiologo pugliese Pierluigi Lopalco: “In Puglia ricoverati cinque giovani in condizioni severe.”

Per quanto riguarda la situazione lucana, il bollettino regionale del 15 Agosto parla di altri cinque casi: 1 a Lauria, 1 a Lagonegro, 1 a Tricarico e 1 a Castelluccio. Il quinto caso riguarda un cittadino lucano residente in Lombardia.

La Stretta di Bardi

La recrudescenza del Virus ha fatto scaturire immediatamente la reazione della giunta regionale.

Il governatore Vito Bardi, con l’ordinanza n°32, disciplina l’obbligo di “Permanenza domiciliare per 14 giorni per i residenti in Basilicata che rientrano da viaggi all’estero (ivi compresi i rientri da Croazia, Grecia, Spagna e Malta).

Viene disposta,inoltre,la sospensione delle attività del ballo sia all’aperto, così come disciplinate dall’ordinanza numero 27 del 14 giugno scorso, che al chiuso, che si svolgono in discoteche, sale da ballo, lidi, stabilimenti balneari, spiagge attrezzate e libere, e comunque in tutti gli altri luoghi aperti al pubblico,

Le disposizioni dell’ordinanza n. 32 si applicano dal 14 agosto al 7 settembre. È possibile consultare il testo integrale del documento attraverso il link allegato alla notizia.”

Dunque si torna a regole più severe in Basilicata per prevenire il contagio.

Anche a livello nazionale, sale l’allerta.

Significative a questo proposito le dichiarazioni del dott. Agostino Miozzo (Comitato tecnico Scientifico): “Le discoteche devono rimanere chiuse perché, checché se ne dica, con migliaia di ragazzi ammassati non c’è nulla da fare. Le aggregazioni di massa sono devastanti, impossibili da gestire. Per tutelare gli interessi economici servono delle compensazioni. Il lavoratore del settore va tutelato come e forse anche più degli altri, perché parliamo di un settore troppo a rischio”.

Un altro tema caldo è sicuramente la prossima riapertura delle scuole a Settembre.

Anche se, su questo, per il momento, filtra maggiore ottimismo anche da parte degli esperti.

Sempre Agostino Miozzo osserva: “La nostra scassata scuola è messa meglio di quanto lo fosse la sanità a febbraio. Ce la farà. Alcuni contagi all’interno delle classi sono messi in conto, ma oggi siamo nelle condizioni di isolarli senza bloccare il sistema. Nonostante questo, riteniamo fondamentale il ripristino della figura professionale del medico scolastico: è stata una figura decisiva per la crescita del Paese.”

Nel frattempo il governo monitora la situazione, non escludendo di poter ricorrere a misure ancora più severe.

La fase di convivenza con il Virus, continua.

 

 

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS