Lavoro e SalutePrimo Piano

Villa d’Agri, gastrectomia laparoscopica totale in un paziente obeso con tumore

Nuovo successo del Centro di Riferimento Regionale Basilicata di Chirurgia dell’Obesità, “Centro di Eccellenza” anche per il 2018 della SICOB (Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle Malattie Metaboliche).

A sette mesi dall’intervento si può considerare guarito dal tumore gastrico che gli è stato asportato in laparoscopia: un intervento complesso per un paziente obeso e perfettamente riuscito. La procedura, eseguita dall’equipe di Chirurgia Generale e Bariatrica di Villa d’Agri, diretta da Nicola Perrotta, sarà presentata in occasione di un importante “Corso Intensivo di Chirurgia Oncologica e Generale” che si terrà a Napoli il prossimo 1 febbraio, nel prestigioso Centro di Laparoscopia dell’Ospedale Monaldi diretto dal prof. Francesco Corcione.
“Presenteremo un caso clinico peculiare” – afferma lo stesso Perrotta – “relativo al trattamento chirurgico mini-invasivo di un paziente giunto per obesità grave, con diagnosi di patologia neoplastica a carico dello stomaco in corso di accertamenti pre-operatori. Ci siamo trovati tutti difronte a nuovi interrogativi, ed abbiamo risposto con una procedura efficace ovviamente nel trattamento del tumore gastrico, nel massimo rispetto delle regole di radicalità oncologica, ma anche in grado di assicurare un importante calo ponderale e la cura di patologie associate all’obesità come l’ipertensione arteriosa. In equipe con la dottoressa Marta Celiento, e grazie ai colleghi anestesisti guidati da Nicola Scaccuto, è stata con successo eseguita una “near total gastrectomy” con linfoadenectomia, per via laparoscopica e con tecnologia 3D, caratterizzata dall’asportazione quasi completa dello stomaco (lasciata in sede solo una piccola tasca gastrica di circa 30 ml di volume), delle stazioni linfonodali e dell’omento, seguita da una fase ricostruttiva per mezzo di ansa digiunale ad Y secondo Roux. Abbiamo “mimato” nelle caratteristiche dell’intervento una delle più complesse procedure anti obesità, calibrando la lunghezza delle anse intestinali al fine ottenere un moderato effetto malassorbitivo come nel By-pass gastrico. Ad oggi, a distanza di circa sette mesi dall’intervento, il paziente può ritenersi “guarito” dal tumore gastrico, per fortuna trattato in fase precoce, oltre che dalla grave forma di obesità. Il calo ponderale registrato è di circa 40 kg.
Eventi di prestigio come quello di Napoli sono un’ulteriore conferma del lavoro svolto dal gruppo di Villa d’Agri, con  il supporto del Dipartimento di Chirurgia dell’AOR San Carlo diretto da Nicola D’Alessandro.
L’impegno, la passione, la professionalità, condivisi da tutto il team multidisciplinare di colleghi ed amici, dal personale infermieristico ed ausiliario, sono parte integrante del successo di una piccola realtà, che in 10 anni di duro lavoro è giunta al prestigioso riconoscimento nel 2017 di Centro di Eccellenza Nazionale SICOB. La costante crescita nei numeri (casistica extra regionale per oltre il 60% nel 2017, con oltre 50 casi trattati in più rispetto all’anno precedente), oltre che “rinnovare l’Eccellenza anche per il 2018”, è motivo di ulteriore soddisfazione per un’equipe chirurgica quasi completamente rinnovata (Nicola Andriulo, Marta Celiento, Claudia Cirillo, Giovanni Fabbrocile), che condivide con costante impegno l’entusiasmo di piccoli e grandi successi”.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS