Primo PianoSocietà e Cultura

Viggiano. “Un’intuizione musicale dal principio della vita: l’acqua non è suono”

“Abbiamo creato un’installazione interattiva multimodale, con un bacino idrosensitivo e un’architettura a gravità di gocce per far comprendere ai fruitori dell’opera le possibilità sonore dell’acqua.” Così Giuseppe Bergamino, Marco Cucciniello, Giuseppe Imbimbo e Armando Santaniello, studenti della classe di musica elettronica del Conservatorio D. Cimarosa di Avellino, hanno presentato la loro inedita opera di sperimentazione musicale alla città dell’arpa e della musica.

Grazie ad una collaborazione virtuosa tra i ragazzi del forum dei giovani e l’amministrazione comunale di Viggiano, circa cento ragazzi della scuola primaria di secondo grado e la cittadinanza viggianese tutta hanno provato a ricavare suoni ritmici e melodici di tipo elettronico dall’acqua. “Una melodia magnifica!” “Non ho mai visto una cosa così!” …Sono solo alcune delle libere impressioni registrate dai teenagers viggianesi alle prese con le loro stesse creazioni musicali di tipo elettronico, ottenute attraverso l’impiego di algoritmi di sonificazione dei gesti. Un esperimento didattico promosso dall’attivismo giovanile viggianese senza precedenti.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS