Primo PianoPolitica

Viggiano un cantiere aperto al futuro, il Sindaco Cicala: “Una rivoluzione ciò che stiamo facendo per Viggiano”


Si è svolta a Viggiano, presso il Centro Sociale “Alberti Marone”, giovedì 9 febbraio, “VIGGIANO UN CANTIERE APERTO AL FUTURO”.

Presenti all’incontro aperto alla cittadinanza, il sindaco della città Amedeo Cicala, l’amministrazione comunale, i Capi Area e chiunque abbia lavorato al resoconto di metà mandato svolto dall’azione amministrativa, confluito in un libro di circa 200 pagine in cui viene spiegato nei dettagli ciò che l’attuale amministrazione ha realizzato in due anni e mezzo.

“La storia e le entrate economiche, derivanti dalle royalties, ci impongono di fare sempre di più e meglio per la nostra cittadina” così il sindaco Amedeo Cicala, in due ore di incontro, ha spiegato il lavoro egregio fatto dalla sua squadra, che ha ripetutamente ringraziato; un lavoro con una visione ben precisa in cui il programma elettorale, presentato ai cittadini nella primavera del 2014 periodo delle elezioni comunicali, è stato e sarà ampiamente realizzato.

“Stiamo costruendo un modello Viggiano che sarà da tutti apprezzato e condiviso”, il Sindaco non usa mezzi termini per indicare i principi che stanno spingendo tutto il suo gruppo a costruire una Viggiano proiettata al futuro; una Viggiano che vede il suo sindaco battersi per il bonus Val d’Agri, a breve saranno erogati i 300-350 euro a famiglia; una Viggiano che ha da subito con una delibera difeso l’ospedale di Villa d’Agri contro il depotenziamento voluto dalle riforme sanitarie.

Il Sindaco ha ricordato come nel 2017 partiranno i maggiori lavori, i frutti di due anni di sudore, che vedranno la luce in questo 2017: il mercato coperto sarà adibito ad una sala convegni con 400 posti; la clinica Nigro-Pellettieri, dopo 30 anni di fallimenti, è e avrà un volto nuovo con i lavori in parte già realizzati e stiamo lavorando per avere una RSA con 30 posti letto; piantati 2000 alberi nel progetto mitigazione ambientale; Viggiano è città di resilienza; in montagna si sta cercando di creare attrattiva per i turisti con progetti quali la seggiovia da realizzare; il vecchio “tratturo” della Madonna ripulito e ora di nuovo percorribile; un teatro tenda tutto a spese dell’Eni e un piccolo teatro al Morticello con i lavori che partiranno a breve; palestra scolastica e palazzetto dello sport già cantierizzati e in cui a breve partiranno i lavori; una zona archeologica al bivio Solimando con il recupero di un vecchio edificio di età romana. Insomma: “VIGGIANO UN CANTIERE APERTO AL FUTURO”.

Il Sindaco poi ha ribadito come quel senso di responsabilità verso chi li ha preceduti e soprattutto verso i cittadini, ha permesso di portare avanti tutti i cantieri aperti dalla vecchia amministrazione quali la piscina e l’asilo nido.

Stanco, ma entusiasta del lavoro svolto, il sindaco ha ringraziato tutti i cittadini e ha espresso la volontà del dialogo per quei progetti ancora in fase di studio preliminare, come la riqualificazione di piazza Papa Giovanni XXIII e via Roma con piazza Papa Giovanni II.

A fine incontro sono stati distribuiti il libro e il calendario.

Gianfranco Grieco

Il video integrale dell’incontro

https://www.facebook.com/1661689187387944/videos/1864747227082138/

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com