Amministrative 2019Primo Piano

Verso il voto: Spinoso, due liste civiche

Spinoso, scrigno naturalistico sul lago, non sarà certo una “guerra aperta” per lo scranno più alto del municipio. Due le liste, da una parte la compagine civica “Spinoso in Comune” guidata da Pasquale De Luise detto Lino e dall’altra “Uniti per Spinoso”, una sorta di lista civetta, capeggiata da Salvatore Nesta. Un simbolo a forma di cerchio con all’interno una scritta rossa “Uniti per Spinoso” su un fondo bianco, è il logo che contraddistingue la lista n.1 guidata da Nesta, dirigente veterinario dell’Unità Operativa Complessa – Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche dell’Asm di Matera. Per la prima volta in campo. Nella sua squadra convergono persone della società civile con pluralità di competenze e professionalità. Nel programma, tra i punti prioritari, la “centralità dei cittadini – viene evidenziato – nel conoscere l’operato di chi amministra”. Una “Progettazione” “nell’organizzazione di un team in grado di rispondere ai bandi europei. “Ambiente, Territorio e Urbanistica” con la valorizzazione dei luoghi destinati all’incontro, quali le piazze e gli spazi verdi attrezzati, rivolti ai più piccoli”. Sul tema ambientale “posizione dura – si legge ancora nel programma- nei confronti nei confronti di tutti i responsabili di discariche abusive”.“

Faremo azioni di risanamento, recupero e bonifica, dei siti degradati”. Centralità anche al tema del lavoro, con “incoraggiamento nei giovani di un atteggiamento mentale attivo, ossia imprenditoriale”. Sulle Politiche sociali, invece, “un comune dalle dimensioni ridotte come Spinoso, ha la possibilità – si sottolinea ancora nel programma – di conoscere le reali esigenze della maggior parte dei suoi cittadini. Sono possibili, quindi interventi mirati per rimuovere gli elementi di disagio. Costruiremo una rete con le scuole, medicina di base e servizi sociali”. “Coraggio, inventiva, creatività, positività nella costruzione di un paese resiliente”.



E’ il motivo conduttore della lista n.2 “Spinoso in Comune”, capeggiata da Lino De Luise, cugino dell’ex sindaco della precedente legislatura, Pasquale De Luise. Le ragioni che lo hanno spinto ad accettare l’adesione ad un “progetto amministrativo nuovo” che “ha alla base una visione profondamente diversa – spiega – del nostro paese e che mi ha portato ad accettare, dopo una lunga riflessione, la candidatura alla carica di Sindaco”. Sulla su squadra, “giovane e motivata”, evidenzia che “il progetto “Spinoso in Comune” è stato fortemente voluto da un gruppo di giovani donne e giovani uomini che ha semplicemente voglia di continuare a vivere a Spinoso, in un piccolo borgo dell’Appennino Lucano e non ha nessuna voglia di andarsene”. Il programma della lista si fonda su pochi punti focali in cui la realizzabilità ed utilità sono gli elementi fondanti. Tra gli obiettivi primari la “riorganizzazione della macchina comunale”, “Opere Pubbliche” come il completamento e adeguamento sismico del plesso scolastico, “l’Ambiente e il Territorio” con la pianificazione, realizzazione e gestione di opere e sistemi di controllo dell’ambiente e del territorio, di difesa del suolo e gestione integrata dei rifiuti nel territorio comunale e “Cultura” nell’opportunità di offrire una pluralità di proposte e contenuti.

Angela Pepe

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp