Petrolio in Val d'AgriPrimo Piano

Val d’Agri, Imperatrice: “Il piano di emergenza esterna va riscritto”


Le fiammate da qualche tempo si sono ridotte, anche se persistono i problemi legati alle emissioni in atmosfera di sostanze maleodoranti e l’esposizione costante al rumore.

Ecco come si presenta oggi la Val d’Agri, alle prese con le solite preoccupazioni, che si addensano sul cielo del Cova. Il sindaco di Grumento Nova Antonio Imperatrice, ospite di Mariolina Notargiacomo negli studi de “La Nuova Tv” a “Caffè di Traverso” ha rilanciato l’appello che già nei giorni scorsi, per bocca del sindaco di Viggiano Amedeo Cicala, era stato spedito all’indirizzo di Regione ed Eni riguardo il piano regionale socio-sanitario 2018- 2020 e il preoccupante dimensionamento del presidio ospedaliero di Villa d’Agri gravato da minori servizi e prestazioni sanitarie riguardanti nello specifico l’attività di primo soccorso, la chirurgia, la rianimazione, come anche la terapia intensiva, con turni ridotti e non assicurati h 24, anche per carenza di personale medico e paramedico. Una missiva scritta a quatto mani, per chiedere di sottoporre a verifica il Piano di emergenza esterna, adottato dal 2013.


Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp