Politica

“Tremate, tremate, le scope son tornate”. “Azione dimostrativa” fuori alla sede Rai della Basilicata


Vorrei dire al Presidente della Commissione di vigilanza parlamentare sui servizi radio televisivi, che le sue parole, a quanto pare, non vengono tenute in nessuna considerazione dai vertici Rai. Il 14 luglio, gioverà ricordarlo, ho sospeso una lunga iniziativa nonviolenta proprio per onorare gli impegni presi da Barachini che, rispondendo alle mie sollecitazioni, tra l’altro scriveva: “Nel corso della pandemia da Covid-19 ho ripetutamente invitato la Rai a fornire un’informazione in materia scientifica, sanitaria e sulle questioni relative allo stato di emergenza, quanto più possibile completa, corretta e pluralista, attribuendo altresì uno spazio adeguato all’approfondimento e all’analisi”.

Del “corretto” e del “pluralista” continua a non esserci traccia alcuna nell’operato della Rai, nell’informazione che essa offre ai cittadini di questo Paese. Anzi, quasi a voler rispondere alle parole di Barachini, il giorno stesso in cui annunciavo la sospensione della mia “azione nonviolenta”, la Rai, sezione Eiar lucana, in uno scandaloso redazionale definiva la stessa “azione dimostrativa”, svilendone contenuti e ragioni, e ben si guardava dal riferire della lettera del Presidente della Commissione.

In buona sostanza è del tutto evidente che prosegue ininterrotto l’attentato ai diritti politici del cittadino (art. 294 c.p.).

Per ben tre volte, la Rai ha accuratamente evitato di far conoscere le ragioni che mi hanno indotto a manifestare per mettere in discussione il cosiddetto “Green Pass”.

Non credo affatto di esagerare se parlo di censure, manipolazioni e purghe di regime. Uno tsunami di paura e bugie si sta abbattendo e si è abbattuto sulla testa degli italiani. Ripeto quanto già affermato: “siamo di fronte a una comunicazione che si è fatta sempre più violenta e, diciamolo, pericolosa. In maniera metodica e scientifica la Tv di Stato sta alimentando odio e inoculando veleno”.

Con le mani nude di potere e di bottini, tornerò a manifestare sotto la sede Rai della Basilicata. Una nuova “azione dimostrativa”. Armato di scopa elettrica proverò di nuovo ad entrare negli studi di Via dell’Edilizia. Credo che occorra con urgenza una “spolverata”.

Potenza

Mercoledì 25 agosto

Ore 10.30

Via dell’Edilizia (altezza sede Rai)

Sit-in e walk around

 

 

Maurizio Bolognetti

Segretario di Radicali Lucani

Membro del Consiglio generale del Partito Radicale

 

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com