Società e Cultura

Trasporto Scolastico: lettera del Comitato Studentesco Istituto “Antonio Falce” di Brienza al Consigliere Aliandro

Riceviamo e pubblichiamo una lettera del Comitato Studentesco dell’Istituto “Antonio Falce” di Brienza, rivolta al Consigliere Regionale Gianuario Aliandro:

 

Gentile Consigliere regionale,

veniamo a Lei con la presente per illustrarLe  un grave problema attinente i trasporti scolastici. Siamo il Comitato Studentesco dell’Istituto Tecnico Economico “Antonio Falce” di Brienza (Ragioneria) che da qualche anno cerca di sensibilizzare le istituzioni per ottimizzare il trasporto scolastico dalla scuola verso la Val d’Agri.

La nostra scuola è servita la mattina da due autobus della SITA: il primo parte da Tramutola, percorre la SS 276, passa per Paterno, il centro urbano di Marsico Nuovo e di Pergola ed arriva a Brienza alla 8:05; il secondo parte da Villa d’Agri, percorre la SP 80 raccogliendo tutti gli alunni delle contrade (Baricelle, Galaino, Sant’Elia) e arriva a scuola alle 8:05. Premettiamo che gli alunni della nostra scuola provenienti dalla Val d’Agri sono 89 e che l’I.T.E. prevede 32 ore settimanali  con gli alunni che escono 4 giorni a settimana alle 13:05 e due giorni a settimana alle 14:05. Sintetizzando ogni giorno escono alle 14:05 due o tre classi e le rimanenti sei o sette classi alle 13:05.

Uno dei due autobus che arriva alle 8:05 ritorna vuoto a Marsico Nuovo e aspetta alle 13:30 l’autobus che parte da Brienza alle 13:05 per riportare i ragazzi a Villa d’Agri mentre il primo prosegue per Tramutola via Paterno. Dunque partendo un solo autobus alle 13:05 lo stesso è sistematicamente strapieno. Sarebbe sufficiente che l’autobus che ritorna a Marsico Nuovo vuoto rimanesse a Brienza per ripartire insieme all’altro alle 13:05 evitando così sovraffollamento. Ci permettiamo di chiarire ancora una volta che solo poche classi escono alle 14:05 poiché il nostro monte ore settimanali è di 32 ore, quindi non possiamo né togliere e né aggiungere ore per dividere l’orario d’uscita delle classi. Il problema non è solo il sabato com’è stato erroneamente veicolato ma per l’intera settimana.

Il tutto si è ulteriormente aggravato poiché la nostra scuola, grazie ad attività didattiche e pedagogiche altamente creative e formative e ai grandi spazi del campus scolastico, attrae alunni di tutta la Val d’Agri e ha così raddoppiato le iscrizioni. Con estrema cortesia precisiamo che qualora il problema non venisse risolto mettendo a repentaglio la salute degli studenti, anche in considerazione del problema epidemico, metteremo in campo tutte le azioni necessarie con rigorosa fermezza per garantire a tutti il diritto allo studio in sicurezza. Certi della risoluzione del problema, porgiamo cordiali saluti.

Il Comitato Studentesco:

Coiro Rosario (Paterno)

Laino Michele (Paterno)

Labriola Januario (Paterno)

Scorcia Rossella (Paterno)

Botta Marianna (Paterno)

Di Terlizzi Francesca (Galaino di Marsico Nuovo)

D’Atena Tania (Tramutola)

Di Grazia Augusto (Marsico Nuovo)

Sabatella Maria (Villa d’Agri di Marsicovetere)

Cardone Giuseppe (Pergola di Marsico Nuovo)

 

Trasporto scolastico in Val d’Agri: lettera dei Genitori degli studenti alla Regione Basilicata

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS