Lavoro e Salute

Total, sindacati su disparità tra i lavoratori di Tempa Rossa

Chiedono l’equiparazione del trattamento economico a quello dei lavoratori cosiddetti “espatriati” della Total che operano nel cantiere di Tempa Rossa. Sono i lavoratori della Total E&P Italia (Tepit), la filiale italiana della multinazionale francese. Finora dall’azienda – denunciano i sindacati di categoria Femca Filctem Uiltec – non è arrivata nessuna risposta dall’azienda rispetto alle sollecitazioni dei lavoratori: né sul trattamento economico, né sulle altre questioni che sono state al centro di una recente assemblea.

Le tre sigle sindacali parlano di “comportamenti discriminatori non giustificabili tra lavoratori che operano sullo stesso cantiere”. Femca Filctem Uiltec lamentano inoltre che “nonostante l’aumento di lavoro per il normale avanzamento del progetto, dal 2016 ad oggi, 18 dipendenti hanno rassegnato le dimissioni e non sono stati rimpiazzati, con la conseguente ripartizione delle competenze e delle incombenze sul personale attivo”. Da qui la richiesta delle tre sigle sindacali indirizzata alla filiale italiana di Total di convocare un incontro urgente e risolutivo. “In assenza di risposte alle richieste dei lavoratori – annunciano Femca Filctem Uiltec – si attiveranno ulteriori iniziative di conflittualità”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS