Primo PianoVal d'Agri Web Tv

#sudontheroad, Bikeitaly: il viaggio continua… intervista a Nicol Ielpo

Intervista al giovane biker Nicol Ielpo alla proiezione del video di Bikeitaly


CICALA - Ceramiche e Arredo Bagno



Un viaggio che finisce, con la proiezione del video diario al centro sociale di Viggiano, e un altro viaggio che inizierà. Bikeitaly non si ferma qua, anzi per onorare al meglio il Sud, il viaggio deve continuare e deve far tappe interamente nel nostro amato Sud Italia.  Nicol Ielpo vuole sfidare di nuovo se stesso con altre 12 tappe e completare un viaggio che unisca interamente l’Italia da Milano alla Sardegna.

Il Trailer di Bikeitaly:

Trailer Bike Italy

Siete pronti? Siete carichi? Noi si! E vi aspettiamo il 25 per la presentazione del documentario su Bike Italy! Non mancate! ;)Grazie a CUBO Produzioni per il lavoro svolto! :)Nik Supertramp Gianfranco Grieco Miriana Russo Egidio Fittipaldi

Pubblicato da Bike Italy su Venerdì 17 novembre 2017

Prima di ripartire ripercorriamo il viaggio di Bikeitaly, un viaggio che ci ha emozionato e ci ha dato ancora più forza per ciò che verrà…

12 tappe, 1200 km, 11 pernottamenti diversi, dal 21 agosto Milano al 2 settembre Viggiano passando per Salsomaggiore Terme, Pistoia, Siena, Perugia, Norcia, L’Aquila, Pescasseroli, Pompei, Eboli; un sogno da bambino portato a termine e una sfida con se stesso che Nicol non aveva nessuna intenzione di perdere. BikeItaly: progetto quasi impossibile, è riuscito nel suo intento di dimostrare a tutti, non solo la tenacia di un ciclista che meriterebbe anche altri palcoscenici vista la sua bravura da ciclista, ma anche come le sfide e i sogni da bambini si possano realizzare.

La sua intervista pre-partenza:

Intervista a Nicol Ielpo, protagonista del viaggio BikeItaly

Partirà il 21 agosto da Milano in 12 tappe con arrivo il 2 settembre a Viggiano, nei giorni della festa della Madonna, il tour in bicicletta "Biketaly".Abbiamo intervistato pochi giorni prima della partenza il biker Nicol Ielpo per capire le sue sensazioni in merito a questo viaggio.Seguite e mettete mi piace alla pagina facebook https://www.facebook.com/BikeItaly/Gazzetta della Val d’Agri seguirà questo tour in diretta poiché un ragazzo dello staff sarà con Nicol durante il suo viaggio.

Pubblicato da Gazzetta Della Val d'Agri su Mercoledì 16 agosto 2017

L’obiettivo primario di BikeItaly portare il Sud in giro per l’Italia con le sue tradizioni, una di questa, la più importante per la cittadina di Viggiano è sicuramente la fede per la Madonna Nera, possiamo dire che è stato raggiunto. Ritornare a Viggiano il 2 settembre per omaggiare la Regina della Basilicata, nella festa a lei dedicata, era un atto dovuto per la nostra terra.

La metafora di contro-emigrazione, che per lo più è sconosciuta in Italia, per dare più spessore al Sud ha avuto il suo giusto compimento.  Credere nel Sud, credere nelle tradizioni che fanno parte del meridione e soprattutto credere negli uomini del Sud deve essere una component che sempre più, deve invogliare altri a raggiungere i loro scopi magari raccontando, a loro modo, il Sud d’Italia.

Durante il viaggio, ciò che mi resta personalmente, è l’immagine di un’Italia diversa ma che corre unita verso la stessa direzione.  Le differenze ancora sono lampanti e si dovrà lavorare molto, però se la strada imboccata è la stessa – magari – quelle differenze che già si sono assottigliate rispetto a 50 anni fa, fra altri 50 anni saranno praticamente nulle.  Certo: la disparità di prezzi da Tolè, in provincia di Bologna, rispetto a Eboli, nel salernitano, restano ampi, una cosa accomuna le due cittadine: la qualità del cibo è indiscutibilmente alta in entrambe le zone.

Intervista subito dopo la conclusione del viaggio:

Una menzione particolare va fatta per quelle zone del Centro Italia colpite dal terremoto; Norcia, L’Aquila e Amatrice sono state colpite duramente, ma ancora più saldamente dobbiamo sostenere e valorizzare queste zone per dimostrare che ci si può risollevare dalle catastrofi ambientali.  A suo modo BikeItaly ha reso omaggio a queste zone, verrà mostrato nel documentario ciò che Nicol con i propri occhi ha visto: una popolazione sofferente che vuole rialzarsi. Noi tifiamo per loro.

Il team di BikeItaly: Nicol Ielpo, Miriana Russo, Egidio Fittipaldi, Gianfranco Grieco Gianluca D’Elia che con la sua Cubo Produzioni ha realizzato il documentario finale del viaggio, ringrazia tutti gli utenti della Gazzetta della Val d’Agri che hanno seguito e continueranno a seguire BikeItaly sui profili della Gazzetta della Val d’Agri e  sulla pagina Facebook di BikeItaly. Inoltre il team ringrazia chi ha sostenuto con qualsiasi mezzo possibile il progetto: Comune di Viggiano, Criscuolo Eco-Petrol Service, Studio tecnico topografico Geom. Domenico Ielpo, Serival di Paterno, Protezione Civile Gruppo Lucano,  Parafarmacia salute & benessere Dott.ssa Romano, TeamBykers Viggiano, Associazione Supertramp, Gazzetta della Val d’Agri, Likos Hotel, Hotel kiris, Hotel dell’Arpa e Hotel Imperial.

#Suditaly stiamo arrivando…

Alla proiezione del video diario di Bikeitaly, Nicol Ielpo, al microfono di Elisa Casaletto, si mostra soddisfatto per ciò che Bikeitaly ha rappresentato e non vuole fermarsi qui:

Intervista di Elisa Casaletto

Riprese, montaggio e articolo di Gianfranco Grieco

CLICCA QUI
Close