Primo PianoPetrolio in Val d'Agri e Valle del Sauro

Sarconi, il sindaco Cesare Marte lancia un messaggio positivo sul suo territorio


Dopo i recenti fatti che riguardano il presunto inquinamento dell’area industriale di Viggiano e la chiusura per 90 giorni del Cova, imposta all’Eni dal governatore lucano, Marcello Pittella, si continua ad interrogarsi su ciò e il sindaco di SarconiCesare Marte, informa, a suo dire, che “il territorio non risulta assolutamente interessato dall’inquinamento provocato dalle estrazioni petrolifere – e aggiunge – il fagiolo di Sarconi, prodotto IGP, eccellenza tutta lucana, non è assolutamente a rischio, in quanto non è irrigato dalle acque dell’Agri, ma da quelle dei fiumi Maglia e Sciaura, che danno al legume stesso quelle proprietà organolettiche che nessun altro fagiolo ha, cioè cuocere a prima acqua”.

Quindi, il primo cittadino di Sarconi, tranquillizza la sua popolazione, a tutela dell’immagine dell’alimento IGP della zona e dei suoi produttori, rimarcando anche la necessità di un maggior coinvolgimento dei comuni dell’alta Val d’Agri sui temi ambientali, perchè “è vero – e conclude – che il COVA si trova nei comuni di Viggiano e Grumento Nova, ma è pur vero che ci sono molti comuni limitrofi che si trovano a fare i conti con l’inquinamento in atto, purtroppo, già da tempo”.

Insomma il Sindaco rassicura ma chiede un maggior coinvolgimento dopo gli utlimi fatti accaduti al COVA di Viggiano.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com