Cronache

Si dimette il sindaco Mitidieri «Non c’entrano le primarie»

Si è dimesso il sindaco di Lagonegro Pasquale Mitidieri (Pd). A due giorni dall’esito delle primarie che hanno visto la vittoria di Mario Polese, il primo cittadino ha deciso di interrompere la sua esperienza alla guida dell’am – ministrazione comunale. «Questioni personali e qualche problema di salute, ho bisogno di rallentare i ritmi», conferma Mitidieri che ha protocollato le dimissioni ieri mattina. Pasquale Mitidieri è stato eletto nel 2016 con 1. 985 preferenze (il 55 per cento del totale) sostenuto da una lista civica (Riviviamo Lagonegro) di matrice pittelliana. Il sindaco dimissionario non nasconde comunque le difficoltà, a cominciare dalla dichiarazione di dissesto.

Ad un anno di distanza non è stato ancora terminato il piano di risanamento. «Solo qualche giorno fa – evidenzia Mitidieri – abbiamo inviato al ministero un aggiornamento della proposta sulla quale ci aspettiamo un parere favorevole entro fine anno». Problemi seri e le sue condizioni di salute non gli permettono di sobbarcarsi responsabilità così grosse. Da qui la decisione di fermarsi: «Purtroppo in questi 18 mesi – dice ancora Mitidieri – non ho avuto vita facile dal punto di vista politico – amministrativo». Tutto comunque parte dalla dichiarazione di dissesto: «Obiettivamente si sono create situazioni che non mi permettono di lavorare come avrei voluto e di garantire servizi ai cittadini. Più volte ho cercato di venirne a capo, ma non riesco più a dare risposte alla città.

Questo mi provoca tensione, stress e ansia, motivo per cui mi è stato consigliato di interrompere l’esperienza. Se le cose fossero andate più lisce probabilmente non sarei arrivato a questa decisione». Nessun attrito con la maggioranza, quindi. «Assolutamente no. Anzi, ha sempre dimostrato di avere fiducia in me, e non c’entra niente neppure il risultato delle primarie». Mitidieri in un anno e mezzo ha dovuto fronteggiare diverse questioni spinose, a cominciare da quella dall’ospedale unico, la cui realizzazione resta ancora un punto interrogativo, e in ultimo anche le mille polemiche suscitate dall’assunzione all’azienda sanitaria della presidente del consiglio comunale Mariangela Gioia. Mitidieri adesso ha 20 giorni di tempo per ritornare sui suoi passi e ritirare le dimissioni. Se non lo facesse arriverà un commissario per la gestione ordinaria del Comune, in attesa di nuove elezioni amministrative. «Mi auguro – conclude Mitidieri – che ci siano le condizioni per tornare indietro, Tutto dipenderà dagli esami medici che farò in questi giorni».

FONTE: PINO PERCIANTE – LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS