Petrolio in Val d'Agri e Valle del Sauro

Selezione per operatore di produzione a Tempa Rossa, la prova sarà ripetuta


La prova di selezione per l’ammissione al corso di formazione per operatore di produzione a Tempa Rossa, decisa e svolta dalla Total, sarà ripetuta con l’ammissione di tutti i 116 concorrenti che hanno preso parte alla prova precedente. E’ la conclusione unanime del Tavolo della Trasparenza presieduto dall’assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo che è tornato a riunirsi oggi con la partecipazione di sindaci, segretari e rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, sindacati confederali di categoria, Confindustria, Confapi Potenza e Matera, dirigenti Total.

Per l’assessore Cupparo “con la decisione condivisa da tutte le parti componenti il Tavolo è stato riaffermato il principio cardine dell’organismo, vale a dire quello della trasparenza, fortemente sostenuto dal Presidente Bardi. Inoltre, tenuto conto che la selezione non è passata dal Tavolo, non solo si mette fine così ad una situazione che ha alimentato non poche polemiche e sospetti, ma  si ristabilisce la piena titolarità dell’organismo ad occuparsi di tutto quanto riguarda l’attività e l’occupazione nel comprensorio della concessione Gorgoglione. Adesso – aggiunge Cupparo – dobbiamo quanto più rapidamente possibile definire l’Addendum al Protocollo di Intesa Regione-Total-Comuni-parti sociali, strumento indispensabile specie in materia di appalti e subappalti e che la Giunta, dopo la condivisione di tutti, dovrà approvare”.

Cupparo ha reso noto che incontrerà i dirigenti della Shell e riferirà al Presidente Bardi sulle prime conclusioni dei lavori del Tavolo e gli impegni immediati che riguardano l’investimento di 25 milioni di euro per attività di sviluppo e nuova occupazione. Ci sono Progetti come quello del Centro Droni a Stigliano che registra ritardi e per il quale sollecitiamo l’accelerazione sia per la costruzione dello stabilimento che per programmare i corsi di formazione della manodopera necessaria oltre che per favorire la filiera dell’indotto. Il nostro impegno – ha concluso – è rivolto all’attuazione di interventi di sviluppo locale, di promozione dell’imprenditoria e della realizzazione di nuovi posti di lavoro in tutto il comprensorio con riflessi e benefici per l’intero territorio regionale”.

“Il tavolo – afferma Emanuele De Nicola, della Cgil di Potenza – ha accolto le richieste del sindacato di annullare la selezione e di rifare la prova tecnica, in una sola giornata, a cui potranno accedere nuovamente tutti i 116 partecipanti. La prova – continua De Nicola – verrà valutata da una commissione della quale farà parte anche un funzionario del tavolo della trasparenza in rappresentanza della Regione Basilicata, che vigilerà su quanto definito al tavolo e stabilito dal patto di sito.

L’auspicio – conclude De Nicola – è che questa triste vicenda si risolva quanto prima in positivo, in nome della massima trasparenza così come pattuito negli accordi sottoscritti tra Total, Regione e sindacati”.

Quanto all’addendum del patto di sito sui cambi appalto, “si terrà un incontro conclusivo – spiega De Nicola – nel quale, in coerenza con quanto esplicitato nel patto di sito, verranno definite le procedure tecniche che regolamenteranno i cambi di appalto, per la tutela occupazionale e salariale”.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com