Primo PianoSocietà e Cultura

Sarconi, torna in paese la Madonna di Montauro. I festeggiamenti il 15 e 16 settembre

ll culto verso Maria S.S. di Montauro, a Sarconi, si perde nel tempo e ripercorrendo la sua storia a ritroso, nulla vi si trova di ben definito che possa indicarne gli albori; una sola, dunque, la certezza e non certo di poco conto: da generazioni la venerazione verso la “Madonna” cresce di anno in anno come un’onda lenta d’alta marea e ricopre di sé il Paese, nella quale tutto parla e tutto s’immedesima nella sacra effigie dell’Augusta Signora.
Ella, come c’insegna il Santo Padre Benedetto XVI è la grande Credente che, piena di fiducia, si mette nelle mani di Dio, abbandonandosi alla sua volontà.
Non vi è casa, nicchia muraria, e soprattutto cuore di persona, all’interno del quale non alberghi l’immagine di quella che nel corso dei secoli è stata definita quasi familiarmente “a Maronna mia”.

La festa che gli abitanti di Sarconi dedicano alla Madonna di Montauro è duplice: a Pentecoste quando sale sul monte per proteggere i campi e gli armenti e il giorno 15 di settembre quando ritorna in paese per essere segno luminoso di devozione e venerazione per tutti i Sarconesi dai più grandi ai più piccini che la cantano:

“O Vergine bella, discesa dal monte

un serto la fronte beata ti amò.

Evviva Maria, Maria sempre viva

Evviva Maria e Chi la creò”

I festeggiamenti in onore di Maria S.S. di Montauro fanno parte, ormai a buon titolo, della storia, della tradizione, dell’arte, e più in generale della cultura della comunità Sarconese che ogni anno con questa ricorrenza rafforza nei Sarconsei la fede e la tradizione.
Il cocktail di luminarie, fuochi pirotecnici, concerti bandistici e vocali, dà vita ad un intreccio di luci e colori che contribuiscono a trasformare Sarconi in un grande palcoscenico, allestito da un Comitato attento a che tutto vada per il verso giusto e che, oltre ad attirare nel paese uno stuolo di devoti ed appassionati (non solo dai Paesi vicini, ma anche da fuori Regione), è diventato un appuntamento fisso per tanti Sarconesi che pur essendo fuori, per motivi di lavoro e di studio, cercano in tutti i modi di essere presenti e dimostrare l’attaccamento alle proprie origini ed a Maria Santissima di Montauro.



PROGRAMMA RELIGIOSO e CIVILE

📆 11 settembre Giornata penitenziale
🕰ore 16 -18 Confessioni in CHIESA MADRE

📆12-14 settembre Triduo in onore di San Rocco
🕰ore 18.00 S. Messa in CHIESA MADRE

📆14 settembre Veglia mariana
🕰ore 21.00 Chiesa di Sant’ ANTONIO

SOLENNITA’ DELLA MADONNA di MONTAURO
📆 Domenica 15 settembre

🕰ore 08.00 Piazzale Cappella di Montauro – Santa Messa
a seguire Processione della Venerata immagine della Madonna di Montauro dal monte Serra alla Chiesa Madre attraverso il percorso dell’antico tratturo recentemente ripristinato

🕰ore 18.30 Chiesa madre – Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da don Agostino MOSCA a seguire Processione della Venerata immagine della Madonna di Montauro per le principali vie del paese

🕰ore 21.30 Piazza Municipio: Spettacolo Musicale SETTICLAVIO Live Band

FESTA DI SAN ROCCO
📆Lunedì 16 settembre

🕰ore 11.00 Santa Messa in CHIESA MADRE

🕰ore 18.30 Chiesa madre – Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da don Antonio ALLEGRETTI a seguire Processione di San Rocco per le principali vie del paese

🕰ore 21.30 Piazza Municipio: Spettacolo Musicale FUORI DALLE RIGHE

🕰ore 24.00 Spettacolo Pirotecnico a cura della Premiata ditta “DI CANDIA” di Sassano in via Sandro Pertini

Vincenzo Scarano

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp