Notizie dal TerritorioPrimo Piano

Sarconi: Centrale idroelettrica, c’è il bando. L’opera costerà due milioni di euro



Da qualche giorno, è stato pubblicato sul sito della Società Energetica Lucana (Sel) l’avviso di “procedura per l’affidamento dei servizi di progettazione, per tutti i livelli, e direzione lavori per la realizzazione della centrale idroelettrica “sul Torrente Maglie di Sarconi”.

L’annuncio era stato già fatto dall’amministratore delegato della Sel, Ignazio Petrone in un’intervista rilasciata al “Quotidiano del Sud”. L’opera, dal costo di circa 2 milioni di euro, è realizzata dalla Sel con il negoziato di 2 partners, il Comune di Sarconi e il Consorzio Unico di Bonifica. Il piccolo paese del fagiolo Igp, è il primo comune del comprensorio valdagrino che “guarda” alle fonti di energia rinnovabile.


Nello specifico, l’impianto sarà realizzato a destra idraulica del Torrente Maglie. A trarne benefici, la Sel per attivare
altri investimenti nel campo delle energie alternative, il Comune di Sarconi e il Consorzio di Bonifica.
“La realizzazione dell’opera in questione è da ritenersi strategica – spiegava l’amministrato – re Petrone – in quanto in linea con le linee guida per la predisposizione del piano energetico nazionale, in cui è evidente l’intenzione di sostenere le fonti di energia alternativa anche alla luce del rispetto del protocollo di Kyoto nonché dal persistente e recente fenomeno dell’inquinamento atmosferico, dalla ormai cronica tendenza all’aumento dei prodotti petroliferi e dai primi sintomi di difficoltà di approvvigionamento del Gas metano. Inoltre appare di estrema importanza strategica creare nuove opportunità per lo sviluppo del nostro sistema economico legate a specifici esempi di innovazione e di uso di risorse locali”.

Nel contesto di un implemento sempre maggiore delle opere di produzione energetica a fonte rinnovabile, le iniziative idroelettriche sono da sempre una scelta ottimale per un rapporto costi benefici che da oltre cento anni porta ad esito positivo. Lo sfruttamento dei corsi d’acqua naturali mediante centrali ad alto o basso salto è da sempre stato messo a punto per trarre energia pulita da una fonte fruibile da tutti quale è l’acqua”.

FONTE: ANGELA PEPE – IL QUOTIDIANO DEL SUD

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

error: Contenuto Protetto !!
Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp