Notizie dal Mondo

Ronaldo, la Fiat, gli operai: il sito juventibus fa chiarezza



Continua a far parlare lo sciopero proclamato dall’Usb contro l’acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus. Una decisione che ha fatto infuriare i lavori della Fca di Melfi. In merito riportiamo quanto scrive il sito online “juvenitubus.com” che spiega:

Probabilmente non a tutti è chiaro come stanno le cose, alcuni lo fanno per fare falso moralismo gratuito, altri perché evidentemente anche a luglio hanno deciso di dare libero sfogo al rosicamento (questo è, non prendiamoci per fessi): il risultato è abbastanza comico, per non esagerare coi termini. Allora, per quelli che “è giusto che gli operai FCA scioperino per i soldi spesi dalla Juve per Cristiano Ronaldo”, partiamo dal fatto che stiamo parlando di soldi di imprenditori privati (famiglia Agnelli-Elkann) e non di spesa pubblica: già questo dovrebbe bastare, ma andiamo avanti.

FCA e Juventus sono due società distinte e separate che semmai fanno parte della stessa SOCIETÀ D’INVESTIMENTO (Exor), un’azienda che mira ai propri interessi come qualunque altra azienda del mondo, fino a prova contraria, ovviamente escluse le no-profit. L’acquisto di Ronaldo costa alla Juve 100 milioni di cartellino e 240 complessivi di contratto? Andiamo per ordine: sul costo del cartellino non perdo neanche dieci secondi, stiamo parlando di un calciatore ad oggi da podio dei migliori al mondo; sul contratto PER ORA bisogna ragionare stagione per stagione perché nel calcio è così che funziona se si vuole fare un’analisi seria delle cose. 60 milioni lordi per un anno significa che intanto 30 entrano nelle casse dello stato italiano, lo sapevate? E sapete che Ronaldo, col suo marchio e tutto ciò che ha annesso sposta una fetta di mercato impressionante?


Per intenderci, prima ancora di capire cosa si muoverà a livello di sponsor ed introiti da social-network, date un’occhiata agli incassi Juve dalle maglie vendute in un solo giorno: fra acquisti e preordini siamo sull’intorno di 70 milioni di euro. In un giorno! Ovvio che poi ci sono anche in questo contesto da considerare tasse e annessi, anche qui da versare nelle casse dello stato italiano. Intesi? È chiaro? Tornando al parallelismo FCA-Juve, come può non esservi chiara la differenza? Perché se qualcuno avesse dovuto scioperare, sarebbe toccato ai dipendenti Juve, o a chi da anni vede Vettel e Raikkonen percepire rispettivamente 49 e 32 milioni di euro netti stipendiati da un’altra azienda controllata da Exor come la Ferrari. E non venitemi a dire che Vettel e Raikkonen rischiano la vita ad ogni GP perché mi pare ovvio che non sia questo il punto. FCA è altra roba, evidentemente. Ronaldo è un’azienda, Ronaldo per la Juve è un investimento, Ronaldo non sta levando un euro di tasca a nessun operaio FCA, Ronaldo sta rimpinguando le casse statali. Ricordatevelo la prossima volta che vestirete i panni di Filippo Roma…

CLICCA QUI
Close