Notizie dal Territorio

Riaperto il Parco della Grancia a Brindisi Montagna


Ha aperto stamane i battenti il Parco della Grancia a Brindisi Montagna. Ogni sabato del mese fino a luglio; ogni venerdì e sabato di agosto, compreso il 15 e tutti i sabati di settembre – alle 11 del mattino, dopo l’accoglienza, gli ospiti potranno visitare il Parco, la cui gestione è affidata al Consorzio ETI-Eccellenze Turistiche Italiane, alla scoperta della flora e della fauna, visitare la fattoria didattica, fare esperienza di ruralità, partecipare ai laboratori del gusto e ammirare il teatro dei burattini. Nel pomeriggio, l’offerta si arricchisce con l’accampamento dei briganti, le musiche degli Ambasciatori Lucani e la falconeria. Quest’ultima è una manifestazione unica nel suo genere, un vero e proprio spettacolo teatrale dal vivo che riconduce alle atmosfere medievali e alle affascinanti pratiche venatorie di Federico II, con l’ausilio di tecnologie audio-visive che ne garantiscono unicità e originalità. All’imbrunire appuntamento, poi, con il Cinespettacolo “La storia bandita” sotto la direzione artistica di Gianpiero Francese, una kermesse di teatro popolare e multimediale, unico in Italia, sinergico connubio tra musical, cinema e teatro, che in in venti anni ha portato oltre 500mila visitatori nel Parco Nazionale della Grancia, il primo Parco storico, rurale e ambientale d’Italia. Il Cinespettacolo rappresenta in chiave moderna, attraverso le ragioni e le storie dei vinti, la dimensione sociale, culturale e storica della civiltà rurale di una delle pagine più controverse e maggiormente significative della storia della Basilicata: il brigantaggio. Una vicenda, quella della Basilicata e del Mezzogiorno d’Italia tra il 1799 ed il 1861, raccontata senza nostalgie o rancori, alla scoperta del mondo rurale lucano e delle sue inconfondibili radici. Straordinari i numeri di questo grande evento. 500 effetti pirotecnici, 400 fari teatrali e cinematografici, un impianto sonoro immersivo multitraccia con 12 sorgenti, proiezioni di grandi immagini sulla roccia e su schermo d’acqua, oltre a numerosi altri effetti speciali in scena: un’esperienza “5D”, che coinvolge tutti i sensi, dando allo spettatore la sensazione di trovarsi dentro un set cinematografico che prende forma sotto i suoi occhi; una narrazione spettacolare della durata di circa un’ora e mezza, animata da oltre 200 figuranti che interagiscono su un’area di scena di oltre 25mila metri quadri, nello splendido anfiteatro naturale della foresta della Grancia, un teatro su un dorso di montagna incantevole che ha per scenografia la vegetazione e per sipario la notte.

Articoli correlati

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com