Report attività del Consiglio Regionale della Basilicata, Cicala: “risultati positivi in termini di efficientamento e dinamismo amministrativo”

Il presidente del Consiglio regionale durante l’incontro con i giornalisti ha tracciato un bilancio delle attività realizzate, soffermandosi su alcune iniziative in programma per il 2020

Il Report delle attività 2019 del Consiglio regionale della Basilicata evidenzia risultati positivi in termini di efficientamento e dinamismo della macchina amministrativa, ponendo le basi per un proficuo 2020. In tal senso, è stata data una nuova centralità agli uffici di trasparenza e controllo, a garanzia della legittimità di ogni singolo atto amministrativo. Se da un punto di vista interno, l’ente presenta un ottimo livello di digitalizzazione del processo di approvazione dei singoli atti, all’esterno, anche in un’ottica di riavvicinamento dei cittadini alle Istituzioni, è stata completata la creazione, organizzazione e pubblicazione sul nuovo sito del Consiglio regionale della banca dati di atti e documentazione con l’accesso libero ad utenti interni ed esterni.

Le Commissioni consiliari hanno dimostrato un ottimo dinamismo. Un ruolo centrale hanno rivestito le audizioni, le quali hanno interessato svariati settori, dall’università alla sanità, dall’ambiente alla governance dei territori. L’attività del Consiglio registra 25 leggi approvate in 26 sedute consiliari. Con 227 delibere approvate, l’Ufficio di Presidenza ha svolto un’intensa attività rivolta al miglioramento della macchina amministrativa, ai giovani, alla formazione e al sostegno di attività senza scopo di lucro con finalità istituzionali, culturali, scientifiche, sportive e sociali. Il particolare interesse verso l’associazionismo è motivato dalla volontà di mantenere vivi i piccoli centri soggetti a spopolamento, per favorire la crescita di tutti gli aspetti che interessano la vita comunitaria: istruzione, sport, assistenza sanitaria, attività ricreative e culturali e azioni concrete di tutela e valorizzazione delle tradizioni.

La particolare attenzione del Consiglio regionale verso i giovani si è espresso in prima istanza con l’approvazione del “Percorso di cittadinanza attiva 2019-2020”. Il progetto, rivolto agli Istituti Comprensivi e agli Istituti Scolastici Superiori della regione, vede il coinvolgimento diretto di circa quattromila studenti che quest’anno, per la prima volta, stanno affrontando temi d’attuale interesse come le start up e la dialettica del rischio d’impresa e la lettura della Costituzione italiana e dello Statuto regionale, al fine di rafforzare l’educazione civica e il senso delle istituzioni.

La cultura è alla base di ogni processo di sviluppo sociale ed economico e l’editoria libraria è un’attività che diffonde e promuove cultura e identità.  A tal fine, il Consiglio ha rinnovato l’impegno con gli editori lucani, confermando la presenza ai più importanti incontri fieristici come “Più libri, più liberi” di Roma e il “Salone internazionale del libro” di Torino. Queste sono state utili occasioni per avviare un dibattito al fine di regolamentare il settore attraverso una legge regionale.

La Commissione regionale dei Lucani nel Mondo è stata, fin da subito, coinvolta con slancio ed entusiasmo, per affrontare nuove sfide ed iniziative, per il coinvolgimento diretto dei giovani nelle Associazioni e nelle Federazioni. Oltre alle iniziative culturali, nel segno del cambiamento, è stato chiesto di proporre nuovi progetti innovativi in un’ottica di crescita e di sviluppo anche economico. Nel rinnovare la grande attenzione verso i nostri corregionali in giro per l’Italia e nel mondo, il terzo progetto in itinere è la realizzazione di un portale che metta in rete tutte le associazioni, per farle dialogare tra loro, creare inoltre un collegamento diretto con gli uffici istituzionali e, soprattutto, dare la possibilità ai lucani in Basilicata e fuori regione di accorciare le distanze per creare scambi culturali, turistici, commerciali e trovare nuove possibilità di crescita imprenditoriale.

Presso la sede della Regione Basilicata a Roma, il 21 e il 22 novembre, si è tenuta l’Assemblea delle Associazioni lucane in Italia, intitolata “I lucani nelle tante Italie, una rete vincente per lo sviluppo della Basilicata”. Una due giorni per procedere alla designazione, in seno alla Commissione regionale dei Lucani nel mondo, dei rappresentanti delle Associazioni Lucane in Italia. Non solo un assolvimento normativo ma un ottimo appuntamento di confronto e di dibattito su tematiche quali fare impresa in Basilicata e la valorizzazione dei territori. A discuterne esperti della materia, professionisti e tanti lucani che, grazie ad esperienze importanti e successi professionali, hanno dato un contributo significativo all’evento.

Approvando le nuove norme per la rideterminazione su base contributiva dei vitalizi, il Consiglio regionale, oltre a rispettare tempi e modalità stabiliti dalle norme statali e dall’intesa fra Stato e Regioni, ha offerto una prova di sobrietà e di efficienza. In tema di riduzione dei vitalizi il 30% è destinato ad iniziative di solidarietà, tra queste un ruolo importante rivestono i progetti legati alle persone con disabilità che quest’anno non si limiteranno all‘organizzazione di una giornata dedicata che, in collaborazione con il dipartimento Politiche della Persona, l’ufficio Scolastico regionale e le Associazioni, si è deciso di celebrare tra febbraio e marzo, ma anche allo sviluppo di un progetto legato ai formatori nell’ambito scolastico. Sarà cura del Consiglio regionale favorire la costituzione di un tavolo di lavoro sulla disabilità, per incentivare e facilitare soluzioni sempre più efficaci. In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità si è svolta la prima seduta consiliare della Basilicata e d’Italia in Lis, la lingua dei segni italiani.

Grazie alla presenza costante della Presidenza del Consiglio alla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province Autonome si è riaffermato una forte spinta propulsiva riformatrice, nella quale la dimensione regionale si afferma come livello sempre più qualificato ed emergente di decisione politica, come ambito naturale di consolidamento per le identità, come luogo di partecipazione ravvicinata di soggetti privati e pubblici. Oltre alle Assemblee Plenarie, svoltesi a Roma, su iniziative dei singoli Consigli regionali si sono svolti anche momenti di grande interesse nazionale, tra cui la Conferenza di Cernobbio dello scorso 14 giugno. Un importante convegno nazionale sul tema “Dalla ricerca Censis sul regionalismo all’autonomia differenziata: cosa cambia per i Comuni? Quale contributo possono dare?” sul ruolo dei comuni e delle possibili iniziative di sostegno legislativo per i piccoli comuni.

Su iniziativa della Conferenza dei Parlamenti regionali, il Presidente del Consiglio regionale della Basilicata è stato nominato all’unanimità Presidente del Coordinamento delle Commissioni e Osservatori sul contrasto della criminalità organizzata e la promozione della legalità, un importante riconoscimento per l’intera Regione.

Forte è stato l’impegno da parte del Presidente Carmine Cicala nella direzione di far dialogare tutte le forze politiche in un’ottica sempre propositiva e costruttiva, richiamando in più occasioni, anche durante le sedute consiliari, non solo la responsabilità del ruolo ma anche la necessità di cooperare, abbandonando gli individualismi, per il bene del territorio e dei cittadini.

 

La diretta video della relazione del Presidente Cicala con gli interventi dei Presidente dell’AssoStampa e dell’Ordine dei Giornalisti:

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE