CronachePrimo Piano

Probabilmente petrolio grezzo nel pozzetto prospiciente il COVA ENI di Viggiano. I carabinieri del NOE e l’ARPAB hanno effettuato dei prelievi


Già da venerdi scorso nel depuratore ASI è stato rilevata la presenza di inquinanti oleosi e puzzolenti. Il personale ASI ed i Carabinieri hanno effettuato ricerche per individuare la provenienza. Stamattina è stata individuata la provenienza di materiale oleoso maleodorante (probabilmente petrolio grezzo) da un pozzetto non censito nell’AIA prospiciente il COVA ENI di Viggiano. I carabinieri del NOE e l’ARPAB hanno effettuato dei prelievi per le analisi e ne sapremo di piu. L’ENI intanto ha dichiarato che non è materiale proveniente dal suo impianto (ci vuole coraggio a negare l’evidenza NEGAZIONISMO CRONICO DELL’ENI) comunque le analisi ci diranno di cosa si tratta e sapremo se è petrolio o altro.

Antonio Alberti

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com