Cronache

Per presunti appalti e bandi di gara truccati a giudizio dirigente comunale e imprenditore di Melfi


Il dirigente del Comune di Melfi, Bernardino D’Amelio e l’imprenditore Antonio Caprarella, sono stati rinviati a giudizio dal Giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Potenza, Amerigo Palma, per presunti appalti e bandi di gara truccati nella città lucana. Erano iniziate nel 2013 le indagini condotte dalla DDA di Potenza che videro imprenditori, amministratori e funzionari pubblici legati ad una presunta rete connessa ad un clan locale per ottenere appalti pubblici nel settore delle costruzioni e nel 2015 in un filone dell’inchiesta denominata “Cocker”, furono emesse diverse misure cautelari nei confronti di oltre una ventina di indagati per turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, induzione indebita a dare o promettere beni, falso ideologico e abuso d’ufficio, e tra queste persone anche altri nomi eccellenti.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com