Primo Piano

Petizione contro un impianto mobile di riciclo dei reflui del COVA di Viggiano


Tra i sottoscrittori di una petizione, avviata in questi ultimi giorni, contro la realizzazione dell’impianto mobile per il trattamento delle acque di formazione nell’area industriale di Viggiano in contrada Cembrina a ridosso del Centro Olio dell’Eni, presentata dalla Simam, vi è anche quella del primo cittadino di Sant’Arcangelo, Vincenzo Parisi. Petizione consegnata dall’ing. Antonio Alberti alla Regione Basilicata, nell’ambito dell’istanza Via (Valutazione di impatto ambientale). L’impianto di trattamento, in progetto, dovrebbe funzionare per due anni continuativi, con l’obiettivo di generare acqua demineralizzata e recuperare risorsa idrica da riutilizzare, poi, nel “Centro Olio Eni”, con i reflui che arriverebbero dallo stabilimento mediante il via vai di autobotti.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com