Video

Perdita di Idrocarburi al Centro Olio Val d’Agri – Un reportage di Maurizio Bolognetti per Radio Radicale

Su Radio Radicale nuovo reportage di Maurizio Bolognetti da Viggiano

Nella zona industriale di Viggiano, contaminata da una perdita di idrocarburi proveniente da uno o, probabilmente, due serbatoi del Centro Olio Val d’Agri, proseguono le operazioni di Messa in Sicurezza d’Emergenza(MISE). La contaminazione del terreno, in base ad analisi prodotte dalla stessa Eni, è giunta all’esterno del Cova ad oltre 7 metri dal p.c.(piano campagna); mentre all’interno dell’impianto, la perdita di greggio emersa a gennaio 2017 ha determinato una contaminazione del terreno ad oltre dieci metri di profondità, così come certificato da alcuni sondaggi effettuati sempre da Eni. Su 81 sondaggi, effettuati all’esterno dell’impianto dalla compagnia petrolifera, in 16 casi è stata certificata la presenza di greggio.

Nel sondaggio denominato S-Est-5, per esempio, è stata rilevata una presenza di idrocarburi a partire da 4,5 mt dal p.c., con uno spessore di surnatante pari a 10 cm. Nel solo mese di febbraio, Eni ha dichiarato di aver smaltito oltre 1.600.000 lt di acqua contaminata.

Ad oggi restano senza risposta alcune domande.

Quando è iniziata la contaminazione? Qual è il quantitativo di greggio disperso? Perché Argaip non ha immediatamente comunicato agli Enti competenti di aver rilevato la presenza di “sostanze oleose” all’interno del depuratore consortile? Intanto va emergendo anche una inevitabile contaminazione della falda acquifera.

Qui per vedere il servizio e diffonderlo

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com