“Pacchetto turismo”: Federalberghi-Confcommercio, proseguire concertazione con insediamento tavolo tecnico

Un riconoscimento della tempestività nell’erogazione degli aiuti agli operatori turistici in attuazione dell’A.P. “Pacchetto Turismo” ed un incoraggiamento a proseguire sul percorso individuato in concertazione con le associazioni e le categorie della filiera turistica sono stati rivolti da Federalberghi-Confcommercio Potenza all’assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo e al Presidente Vito Bardi.

Michele Tropiano, presidente Federalberghi-Confcommercio, nella nota sottolinea che la Giunta ha raccolto la proposta che Confcommercio agli inizi del mese di maggio ha definito, con la condivisione della Camera di Commercio Basilicata e dell’Anci, all’interno di un più ampio documento programmatico per consentire di superare le criticità dell’attuale stagione turistica, quella post Covid-19.

Abbiamo apprezzato – aggiunge – l’iter seguito dal provvedimento e soprattutto la celerità con cui gli uffici del Dipartimento diretto dall’assessore Cupparo hanno consentito alle imprese di disporre di una prima liquidità necessaria ad affrontare la ripartenza delle attività.

Quanto al “Pacchetto Turismo” risulta evidente dalla conclusione dell’esame delle 1.680 domande complessive presentate che ci sono significative risorse finanziarie che non risultano impegnate. Per questo diventa indispensabile procedere all’insediamento del tavolo tecnico del turismo che come Confcommercio avevamo già proposto e che l’assessore si è dichiarato disponibile ad insediare. E’ sicuramente il tavolo tecnico – continua il presidente Federalberghi – l’organismo più adatto ad affrontare il tema dell’impiego dei fondi che avanzano e che, a nostro parere, potrebbero essere indirizzati verso l’aiuto a ridurre il costo del lavoro, attraverso sostegno per l’assunzione dei dipendenti con contratti a tempo indeterminato e stagionali, e per l’attuazione di un piano di promo-commercializzazione. Come sta avvenendo in alcune regioni pensiamo all’introduzione di un “bonus vacanza” “#IORESTOINBASILICATA” DELLA CIFRA DI EURO 200,00, PER FAMIGLIE LUCANE (NUCLEI FAMILIARI) CON ISEE NON SUPERIORE AD €.20.000, DA POTER SPENDERE ENTRO IL 31.12.2020, IN TUTTE LE STRUTTURE TURISTICO – RICETTIVE, AVENTI LA SEDE OPERATIVA IN BASILICATA. A differenza del “bonus vacanza” introdotto dal Governo e che riscontra scarse adesioni da parte delle imprese ricettivo-alberghiere, quello regionale che tra l’altro faciliterebbe l’allungamento della stagione (pensiamo in particolare all’autunno) diventerebbe un aiuto concreto perché sarebbe direttamente un contributo che gli ospiti girerebbero alle strutture della vacanza.

Altra proposta. CONTRIBUTO ECONOMICO DIRETTO A FINANZIARE L’IMMEDIATA REALIZZAZIONE DI PIATTAFORME DIGITALI (SITO + E-COMMERCE + DIGITAL MARKETING + BACK-OFFICE), PER GLI OPERATORI, DIVISI IN BACINI DI MACRO – AREE (POTENTINO, MATERANO, VAL D’AGRI-LAGONEGRESE, VULTURE-MELFESE, METAPONTINO), CHE SARANNO IN GRADO DI COSTITUIRE E PRESERVARE, PER UN PERIODO MINIMO DI 3 ANNI, DELLE VERE E PROPRIE “RETI DEL TURISMO INTERNO”, MEDIANTE LE QUALI VALORIZZARE METE ANCORA POCO CONOSCIUTE E SFRUTTATE, SEGUENDO I PRINCIPI DEL TURISMO “LENTO”, CHE ANTEPONE ALLE AGGREGAZIONI DI MASSA LA RISCOPERTA DI PERCORSI EMOZIONALI INDIVIDUALI (Sport, trekking, passeggiate in bici, da alternare ad eccellenti degustazioni di prodotti tipici con chiara ed esclusiva indicazione produttiva #MADEINBASILICATA).

Si tratta di idee – conclude Tropiano – sulle quali c’è ampia disponibilità di dialogo e confronto.

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE