Cronache

Operazione “Drumme”: i Carabinieri del Comando Provincia di Potenza arrestano 36 persone

In Basilicata, una lunga giornata da ricordare quella di oggi, venerdì 4 maggio, contro lo spaccio di sostanze stupefacenti a tutela sicuramente dei più giovani, operata dai militari dell’Arma dei Carabinieri.

Su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia di Potenza, all’alba di questa mattina, il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Potenza, ha dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari con la quale sono state disposte nelle province di Bologna, Avellino, Potenza e Bari  22 misure cautelari in carcere e 14 agli arresti domiciliari a carico di 36 persone, indiziate di associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di stupefacenti, di tipo cocaina, hashish e marijuana, come si legge in una nota stampa inviata dalla Procura di Potenza, situazioni documentate presso i luoghi più frequentati dai giovani, in bar e locali di ritrovo con arresti in flagranza a riscontro dell’ipotesi investigativa, avvenuti tra Potenza, Genzano, Tolve e Banzi.

L’attività investigativa, svolta dalla Polizia Giudiziaria ha dimostrato l’esistenza di diversi personaggi pugliesi e lucani, impegnati in situazioni illecite con altre consorterie criminali del VuIture-Melfese, legata alla cosca malavitosa dei fratelli Barbetta, in rifornimenti di ingenti quantitativi di droga importata da clan di Andria, legati al narcotrafficante Giuseppe Pasculli, detenuto presso il carcere di Lecce dal 23 marzo 2018 per pena definitiva sino al 2027.

Le indagini, coordinate dalla DDA di Potenza, hanno avuto inizio nel 2014, si sono concluse nell’estate del 2017 ed hanno permesso di individuare a Genzano di Lucania, in provincia di Potenza, la sede operativa della compagine criminale e la principale piazza di un mercato fiorente di droga, gestito da un’articolata organizzazione, in collaborazione con altri gruppi radicati nella provincia di Potenza.

Antonio Piccolo è risultato essere il referente esclusivo per i rapporti intrattenuti con rappresentanti di spicco della criminalità organizzata andriese vicini al clan “PescePistillo“.

Il tutto è stato delineato anche mediante attività tecniche caratterizzate da un linguaggio criptico nelle conversazioni, l’utilizzo di congegni di apertura dei vani ripostiglio nelle auto, messi a punto da meccanici compiacenti, il cambio periodico di vetture e di schede telefoniche, intestate a prestanome, anche stranieri o persone addirittura inesistenti, oltre ad altre modalità in collaborazione con insospettabili esercizi commerciali.

L’operazione, denominata “Drummer” è stata condotta con l’impiego di 120 ufficiali ed agenti di Polizia Giudiziaria dei Nuclei Cinofili CC di Potenza, Bari e Chieti, oltre che di un velivolo del 7° Nucleo Elicotteri di Pontecagnano, in provincia di Salerno.

Tutti i dettagli delle indagini portate avanti e degli arresti eseguiti, sono stati forniti nella tarda mattinata di oggi, presso gli Uffici della Procura della Repubblica del Tribunale di Potenza alla presenza del Procuratore Capo, dott. Francesco Curcio, del Sostituto Procuratore, dott.ssa Anna Gloria Piccininni, del Procuratore Aggiunto, dott. Francesco Basentini e del Colonnello Daniele Scardecchia, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Potenza.

La misura cautelare della custodia in carcere ha riguardato le seguenti persone che sono state prelevate e condotte per gli interrogatori sino al tardo pomeriggio presso la Caserma Petruccelli del Comando Provinciale Carabinieri del capoluogo lucano.

Rocco Barbetta, nato a Melfi (PZ) il 14.8.1972, residente in via Pignatelli, 15; Teodoro Gabriele Barbetta, nato a Melfi (PZ) il 27.5.1977, residente in via Bologna 3, sorvegliato speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno; Donato Basilio, nato a Genzano di Lucania (PZ) il 25.1.1969, residente in via Fiume 9; Salvatore Beneloucif, nato ad Andria (BAT) il 20.8.1965, residente in via Castel del Monte 18; Adrian lonut Chiribuc, nato in Romania il 19.8.1985, residente a Potenza, in via Angilla Vecchia, 602; Nicola Di Palma, nato a Genzano di Lucania (PZ) il 25.3.1964, residente in via Gramsci, s.n.c.; Vincenzo Di Stasi nato a Genzano di Lucania (PZ) il 28.2.1971, residente a Banzi (PZ), via Solferino 10; Pasquale Frieri, nato a Banzi (PZ) il 3.05.1972, residente in via Domenico Pannelli 58; Salvatore Gentile, nato ad Andria (BA) l’1.2.1971, residente in via Fornaci, 293; Massimiliano Larotonda, nato ad Asti il 28.8.1973, residente a Banzi (PZ), via Garibaldi 84; Pietro Marottoli, nato a Potenza l’1.5.1982, residente a Cancellara (PZ) in via Roma, 34; Canio Minchio, nato a Venosa (PZ) il 29.7.1986, residente a Banzi (PZ) in via Domenico Pannelli 53; Antonio Piccolo, nato a Genzano di Lucania (PZ) il 22.4.1968, residente in via Bari 99; Francesco Piccolo, nato a Potenza il 15.3.1964, residente a Genzano di Lucania
(PZ) in piazza Duca d’Aosta 12; Alfonso Rossiello, nato a Potenza il 3.5.1973, residente, in via Zara, 88; Riccardo Sgaramella, nato ad Andria (BAT) il 17.11.1975, residente in via Trani 45; Giuseppe Sileno, nato a Venosa (PZ) l’1.8.1984, residente in contrada Piani di Camera snc; Antonio Stia, nato a San Fele (PZ) il 4.10.1964, residente ad Atella (PZ) in via dei Tigli 2/3; Benedetto Tamburrino, nato a Venosa (PZ) il 28.8.1982, residente ad Oppido Lucano (PZ) in via Unità d’Italia 15; Francesco Tamburrino, nato a Oppido Lucano (PZ) il 21.4.1978, residente in via A.
De Gasperi 1; Rocco Teto, nato a Venosa (PZ) il 22.7.1978, residente a Genzano di Lucania (PZ) in via Ciano 12; Donato Viola, nato a Genzano di Lucania (PZ), il 2.2.1969, residente in via Gen. A. Diaz 32.

Agli arresti domiciliari sono finiti Massimo Adorno, nato a Venosa (PZ) il 4.3.1973, residente in via A. Diaz Il; Pasquale Anobile, nato a Venosa (PZ) il 20.11.1978, residente a Genzano di Lucania (PZ) in via delle Puglie 38; Giacinto Baldini, nato a Bari il 28.4.1970, residente a Genzano di Lucania (PZ) in via
Verdi 45; Michele Balestrieri, nato a Melfi (PZ) il 6.1.1982, residente ad Aquilonia (AV), via L. Sturzo, l; Rosina Barone, nata a Cirò Marina (CS) il 31.7.1980, residente in via Pio X, 9, di fatto domiciliata a Melfi (PZ), via Pignatelli, 15; Giovanni Cervi, nato a Potenza il 22.3.1972, residente in Vaglio Basilicata, c.da Tiera 44; Loredana Delfino, nata a Venosa (PZ) l’11.6.1981, residente a Genzano di Lucania (PZ) in via Gianturco 57; Marinella Delfino, nata a Spinazzola (BA) il 7.2.1974, residente a Genzano di Lucania (PZ), via Gen. A. Diaz, 32; Rocco Frontuto, nato a Potenza il 31.7.1983, residente a San Chirico Nuovo in via E. Berlinguer, 12; Massimiliano Giannini, nato in Svizzera il 17.7.1975, residente a Venosa (PZ) in via Campania 7; Angelo Gruosso, nato a Potenza il 22.11.1991, residente a Oppido Lucano (PZ) in via Fontana Medica 2; Donato Lorito, nato a Tricarico (MT) l’1.9.1975, residente a Genzano di Lucania in via Fiore 15; Vincenzo Manieri, nato a Lorrach (Germania) il 21.4.1980 residente a Banzi (PZ) in via Cairoli 71 e Rocchino Marmo, nato in Svizzera il 17.8.1966, residente a Venosa (PZ) in contrada Ponticchio snc.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
WhatsApp RICEVI GRATIS LE NEWS