PoliticaPrimo Piano

Oggi si vota: seggi aperti fino alle 23

Lo spoglio inizierà a partire dalle 23 per le europee mentre per le comunali bisognerà attendere domani alle 14

Seggi aperti dalle 7 in tutta Italia per eleggere gli eurodeputati componenti del Parlamento europeo spettanti all’Italia. Si vota anche per i sindaci di 3.812 Comuni, per il presidente della Regione Piemonte e i consiglieri regionali. I seggi sono aperti fino alle 23 e possono votare tutti i cittadini che hanno compiuto 18 anni presentandosi nel proprio seggio con un documento di identità e tessera elettorale.

Per quanto riguarda le elezioni amministrative, sono 54 i Comuni della Basilicata chiamati al voto domenica per l’elezione del sindaco e il rinnovo del Consiglio comunale, 41 in provincia di Potenza e 13 in quella di Matera. Saranno più di 200mila gli aventi diritto. Ecco la lista dei comuni:

Provincia di POTENZA (41): Anzi, Armento, Banzi, Barile, Brienza, Brindisi Montagna, Calvera, Castelluccio Superiore, Castelmezzano, Chiaromonte, Gallicchio, Guardia Perticara, Lagonegro, Laurenzana, Maratea, Marsicovetere, Missanello, Montemurro, Nemoli, Noepoli, Pescopagano, Picerno, Pietragalla, POTENZA, Rapone, Rivello, Roccanova, Rotonda, San Chirico Nuovo, San Fele, San Paolo Albanese, San Severino Lucano, Sant’Angelo Le Fratte, Satriano di Lucania, Savoia di Lucania, Spinoso, Terranova di Pollino, Tito, Trivigno, Venosa, Viggiano.

Provincia di MATERA (13): Bernalda, Calciano, Cirigliano, Craco, Garaguso, Gorgoglione, Miglionico, Nova Siri, Pomarico, Rotondella, San Giorgio Lucano, Tricarico, Valsinni.

Qui in Val d’Agri i comuni interessati sono: Marsicovetere, Montemurro, Spinoso e Viggiano.



Come si vota per le Europee Le schede sono di 5 colori. Il grigio rappresenta la circoscrizione Nord Ovest, il marrone quella del Nord Est, il rosso quella del Centro, l’arancione quella del Sud e la Rosa quella delle Isole. Per votare basta tracciare un segno con la matita copiativa fornita al seggio sulla lista prescelta. È possibile esprimere la preferenza per i candidati nella lista che è stata scelta. Nel caso delle Europee si possono esprimere ben tre preferenze. Nel caso in cui vengano indicate due o tre preferenze, allora queste devono riguardare candidati di sesso diverso. In questo caso un errore può costare l’annullamento della seconda o terza preferenza. Il parlamento Europeo è composto da 751 deputati, incluso il presidente dell’Europarlamento. Il numero dei componenti del parlamento che spettano all’Italia è di 76 deputati. Circa 73 si insedieranno da subito, i restanti 3 lo faranno solo dopo l’uscita effettiva della Gran Bretagna dall’Unione Europea.

Come si vota alle comunali L’elettore esprime il suo voto in una scheda di colore blu. L’elettore ha più opzioni: può tracciare un segno solo sul candidato alla carica di sindaco (il voto viene attribuito solo al candidato sindaco); può tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco oppure sia sul candidato sindaco e su una delle liste collegate (in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista); può tracciare un segno sul candidato sindaco e un segno su una lista non collegata, esprimendo il cosiddetto voto disgiunto (il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata: il voto disgiunto è possibile solo nei comuni sopra i 15mila abitanti); può esprimere una preferenza scrivendo il cognome di un candidato a consigliere comunale sulla riga a fianco del contrassegno della lista prescelta oppure due preferenze per altrettanti candidati a consigliere, purché i candidati indicati siano di sesso diversi e appartenenti alla stessa lista. Per i comuni al di sotto dei 5mila abitanti è possibile specificare una sola preferenza.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp