Sport

Obbligo di dimora per 4 tifosi per l’aggressione a 2 calciatori


La Polizia di Stato ha notificato il provvedimento del Giudice per l’indagine preliminare, presso il Tribunale di Matera dell’obbligo di dimora nei confronti di quattro persone, responsabili, in concorso tra loro e in momenti distinti, delle aggressioni perpetrate nei confronti di due calciatori della squadra del “Matera Calcio” che milita in “Lega Pro”, Bifulco Marino e Carretta Mirko, che furono aggrediti la mattina dello scorso 26 febbraio nei pressi delle proprie abitazioni da alcuni tifosi in due diversi episodi. I due calciatori fecero ricorso al Pronto Soccorso dell’Ospedale Madonna delle Grazie e riportarono ferite giudicate guaribili in 30 giorni, dopo che gli aggressori si scagliarono con violenza contro i due atleti che li ritennero responsabili dei deludenti risultati sportivi riportati dalla squadra nelle ultime giornate di campionato.

A seguito delle indagini svolte dalla Digos, che hanno ascoltato diversi testimoni, sono stati individuati i quattro soggetti, tutti appartenenti all’area degli ultras, responsabili delle aggressioni, di età compresa tra i 21 e i 37 anni, tutti residenti nella città dei Sassi. Al termine delle indagini, il Gip, su richiesta della Procura della Repubblica di Matera, per la gravità dei fatti di violenza accaduti e la pericolosità dimostrata dai soggetti responsabili, ha emesso i provvedimenti cautelari personali a carico dei quattro indagati, disponendo per loro l’obbligo di dimora, con la prescrizione del divieto di uscire dalla propria abitazione nelle giornate in cui si svolgono gli incontri calcistici del “Matera Calcio”, oltre a non allontanarsi dalla stessa dalle ore 22.00 alle ore 7.00 di ogni giorno, e i quattro, dovranno rispondere dell’accusa di lesioni in concorso, con l’aggravante della premeditazione e dei futili motivi.

L’attività svolta dalla Digos è stata divulgata nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella mattinata di ieri, venerdì 24 marzo, con inizio alle ore 11.00, nella Sala Palatucci della Questura di Matera, dove erano presenti il vice Questore Aggiunto Maria Rosaria Contuzzi, dirigente della Digos, e il vice Questore Aggiunto Luisa Fasano, responsabile dell’Ufficio Stampa della Questura di Matera.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com