Primo Piano

Nuove foto aeree scattate sul Pertusillo. Intanto i laboratori consigliano di avvertire i Carabinieri NAS (LE FOTO)


Ne avevo parlato già da tempo e in questi ultimi giorni e dopo le analisi di un laboratorio privato che confermava l’inquinamento nel lago artificiale della diga del Pertusillo, che smentiva categoricamente quelle fatte in precedenza dall’Arpab che riguardava diverse macchie scure sulla superficie dell’invaso, altre analisi, pubblicate questa mattina da Giorgio Santoriello dell’associazione “Punto e Basta” confermano, invece, che l’acqua che viene bevuta in Basilicata e Puglia non è potabile e che il laboratorio provinciale bolzanino, che ha effettuato le analisi, ha consigliato di informare della cosa i NAS, perchè un’acqua destinata alla potabilizzazione non può presentare questi valori.

Noi de la “Gazzetta della Val d’Agri”, siamo stati i primi a pubblicare le foto realizzate con un drone da Michele Tropiano, 38enne di Grumento Nova, che mostravano macchie di colore marrone in più punti della diga ed ora in tanti sono preoccupati per la propria salute, mentre il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, ha sempre confermato il contrario di queste ultime analisi.

E adesso, dopo i tanti sversamenti avvenuti al “Centro Oli Eni” di Viggiano, penso che sia ora di finirla e di fare più chiarezza, in una regione dove si è sempre raccontato il contrario di tutto, e con la politica regionale che ora più che mai dovrebbe fare la sua parte a tutela dell’ambiente e della salute degli stessi abitanti della Basilicata. Qui di seguito pubblichiamo altre nuove foto, scattate domenica scorsa 12 marzo, sempre da Michele Tropiano con il suo drone, in cui si notano ancora le chiazze nere.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com