Lavoro e Salute

“Non siamo un peso”, i disabili chiedono ascolto e rispetto

Pubblichiamo la lettera inviata dal gruppo ex progetto Match

Buongiorno gentile redazione:
Rappresentiamo il gruppo “ex progetto Match”, ora chiamato Progetto dell’inclusione sociale.
Ciò che ci ha portato e spinto a mandarvi e scrivervi questa mail/inserzione, e la continua presa in giro, il continuo raggiro, ed i continui rimandi di un ente, la Lab, la quale gestisce il nostro progetto, ed ha preso il posto degli ormai “vecchi” CPI, centri per l’impiego d’appartenenza che conoscono bene le nostre problematiche e disagi di ognuno di noi, i quali ci hanno sempre accolto con buone parole, molta disponibilità e sopratutto molta professionalità !!!

Con questa scellerata gestione della LAB, non vi è alcuna informazione precisa, su quanto iniziare, sulle procedure burocratiche da seguire, non ci sentiamo minimamente presi in considerazione, quando poi situazioni di disabilità come la nostra dovrebbero far smuovere le acque… Ma a quanto sembra il tutto viene visto e vissuto solo come un grosso peso dal quale sbarazzarsi quanto prima.
Tale ente ha di fatto tolto e tagliato  ogni qualsiasi voglia rapporto con i nostri centri per l’impiego (CPI), penalizzandoci ancora di più.

Con questa lettera,portiamo all’attenzione vostra e della nostra cittadinanza, di un sopruso e disagio, di cui siamo solo vittime e non gente che in teoria dovrebbe esserne tutelata,protetta in quanto si parla di un normale concorso pubblico, di un tirocinio, riguardante la fascia dei disabili, la quale probabilmente interessa solo come un mero bacino elettorale, per il resto veniamo etichettati come “handicappati” e come un disagio per chi ci dovrebbero tutelare.

La politica del dire deve lasciare il posto a quella del FARE.

Siamo stufi, stanchi di esser trattati alla stregua di una scocciatura, di un peso, siamo stufi di esser presi in giro e, mandati a destra e sinistra per formazioni, visite mediche e qualsiasi voglia spostamento extra, perché si vuol ricordare a questi nostri “tutori” che siamo pur sempre una categoria disabile e se per alcuni la cosa non grava molto, per altri è molto difficile potersi muovere o spostare, quando ci si poteva venire incontro semplicemente accorciano le distanze e usando locali comunali, per poter svolgere le nostre ore formative, e sfruttarle quanto meno per inglobarle nel mese odierno.
È un continuo rimandare ed un mandarci alla disperazione.

Non vedo e non trovo il senso di una “formazione”, che spiega e illustra come salire su un braccio sollevatore, come adoperare i Dpi, se si tratta di persone DISABILI, le quali non possono svolgere tali mansioni, in quanto saremo finalizzati in lavori  prettamente d’ufficio o affini, e non dunque a lavori di carpenteria.
Se non che l’unica motivazione che tale “formazione”, porta un beneficio economico alla LAB,per un totale di 163.000 euro, e che ci ha sobbarcato un viaggio di oltre 200 km, per alcuni di noi, per due semplici giorni “formativi”, che si aggiungo ad un altra precedente formazione fatta per un totale  di 32 ore, al danno dunque si aggiunge anche la beffa in quanto queste ore fatte non si vanno ad aggiungere ed inglobare al totale delle ore da fare.
Ciò porta a chi ha un assegno d’invalidità la perdita di quest’ultimo, in quanto il continuo ritardo e rinvio porta al fare reddito,per l’anno entrante, la cifra che ci dovrà spettare e che dovremo prendere,dovrà essere dichiarata e perderemo i 280 euro dell’assegno d’invalidità, che per alcuni di noi, i quali vivono anche soli, è una grossa perdita e danno !!!

Il nostro obbiettivo è ricevere innanzitutto trasparenza, serietà, e rispetto per ognuno di noi, in quanto siamo si invalidi ma non una platea di deficienti.
Da sottolineare infine che siamo in un progetto che prende il nome di “obbiettivo inclusione”, nome più profetico non poteva essere…

A questo punto noi tutti ci chiediamo dov’è la  nostra inclusione ?
L’eventuale risposta la riserviamo all’ente LAB.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS