“Non chiamiamolo gioco”, contrastiamo la Ludopatia! Il 5 luglio a Viggiano

Firma del Protocollo d'Intesa e proiezione del Corto "Ragazzi Soli"

In Val d’Agri in un anno la spesa complessiva per il gioco d’azzardo è quasi raddoppiata passando dai 23 milioni di euro del 2016 ai 42,5  milioni di euro del 2017.

Tra i paesi con il tasso più alto, Marsicovetere con 16,40 milioni spesi e 13,37 vinti (128 slot presenti hanno incassato 14,5 milioni), Viggiano ha speso 1,63 milioni (1,36 nelle slot), Marsico Nuovo 2,33 milioni (1,73 nelle slot), 1,13 milioni a Paterno (631mila nelle slot), 1,82 a Tramutola (1,3 nelle slot), 2,85 a Moliterno (2,15 nelle slot) e 2,3 a Corleto Perticara (1,67 nelle slot).

Una situazione di vero e proprio allarme sociale che richiede l’accelerazione degli interventi previsti dal Piano Regionale Gioco d’Azzardo Patologico della Regione Basilicata ed iniziative efficaci di contrasto ad opera dei Comuni e delle associazioni di volontariato civile.

Le iniziative ci sono state come gli Slot Mob a Marsico Nuovo e Sarconi. A Marsico Nuovo è stato anche firmato un primo protocollo d’intesa tra il Sindaco Gelsomina Sassano e l’Associazione Famiglie Fuori-Gioco con il loro Presidente Michele Cusato.

Protocollo d’intesa che sarà firmato anche a Viggiano – nell’iniziativa voluta dall’Associazione Supertramp, dal Forum Giovanile di Viggiano, da Libera Val d’Agri e con il patrocinio del Comune di Viggiano –  dall’Assessore Rosita Gerardi del Comune di Viggiano e l’Associazione Famiglie Fuori-Gioco. Graditi ospiti, nell’evento che si terrà il 5 luglio alle 17:30 presso il Centro Sociale Alberti/Marone, il Presidente dell’Associazione Famiglie Fuori-Gioco Michele Cusato; la Dott.ssa Patrizia Bruno, Psicologa e Assessore del Comune di Marsicovetere; Dott. Donato Donnoli, Direttore dell’unità Operativa Ser.D. di Villa d’Agri; Maria Antonietta Maggio di Libera Val d’Agri; Dott. Michele Petrone, Comandante Polizia Locale Comuni di Tramutola, Marsicovetere e Paterno; Gelsomina Sassano, Sindaco di Marsico Nuovo.

Ad aprire il convegno la proiezione del corto “Ragazzi Soli” del regista di San Fele Alberto Nigro: Ragazzi soli è un cortometraggio incentrato sulla difficoltà di affrontare la propria solitudine interiore che porterà uno dei nostri protagonisti a rinchiudersi nel mondo nascosto del gioco d’azzardo, che in alcuni casi può sfociare in un vero e proprio disturbo meglio conosciuto come Ludopatia, portandolo sull’orlo del baratro. Questo lavoro è stato ideato e realizzato dall’agenzia di comunicazione Exibarte.

 

 

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE