“Negata la possibilità al Paternicum di giocare ad armi pari”

Il DS Coviello si scaglia contro il designatore dell'AIA dopo la semifinale di ritorno persa 3-0 contro il Venosa dal Paternicum3-0

ASD ORAZIANA VENOSA: Cilumbriello (Genosa), Dabre (Miniscalchi), Inglese, Cagiano (Chiarella), Ludovico, Malagnino (K), Lomuscio, Spadaccino (Tummolo), Minutiello (Divietri), Salcino, Lotumolo. A Disp. Barbetta, Lotumolo. ALL. Lomuscio

S.C PATERNICUM: Tammone, Vitale, Pascale, Vaccaro, D’Elia (Pasquariello), Fratantuono (K) (Masino), Luongo (Piscopia), Lombardi (Mazzei), Di Nella, Marchesano, Falvella. A Disp: Fiore, Lobosco, Petrocelli.

ALL. Cirigliano

RETI: Lomuscio 58’, Lotumolo 63’, Divietri 85’ (V)

ARBITRO: Lupo di Venosa (Signore – Catino)

NOTE

AMMONITI: /

ESPULSI: Marchesano, Di Nella

SPETTATORI: 50 circa

RECUPERO: 1 / 3

VENOSA: L’Oraziana Venosa è una delle finaliste di questa edizione della Coppa Italia di Promozione “Mauro Tartaglia.”

Al “Lorusso”, i gialloverdi difendono il 5-3 conquistato al “Taddeo” all’andata e battono nuovamente il Paternicum con un netto 3-0.

I ragazzi di mister Lomuscio si contenderanno con l’Oppido di Manniello il trofeo nella finalissima di dicembre.

La gara parte subito con due clamorose palle gol sciupate da Lotumolo, che a tu per tu con Tammone non riesce a batterlo.

Il Paternicum, rimasto in 10 per l’espulsione eccessiva ai danni di Marchesano (reo di aver rifilato una presunta manata in faccia a Malagnino), risponde con Falvella, ma Cilumbriello è bravo ad opporsi.

Sul finire della prima frazione di gioco sempre Lotumolo sciupa la chance per portare i suoi a riposo in vantaggio, ma è 0-0 dopo i primi 45 di gioco.

Inizia la ripresa ed il Paternicum si ritrova nuovamente penalizzato dal direttore di gara Lupo, che estrae il secondo giallo nei confronti di Di Nella per proteste, e costringe il Paternicum a rincorrere una clamorosa rimonta in doppia inferiorità numerica.

A sbloccare la gara ci pensa al 58’ Lomuscio, che sfrutta il lancio di Minutiello, si incunea in area di rigore avversaria e batte con un rasoterra Tammone sulla sua destra.

Passano pochi minuti e Lotumolo questa volta riprende confidenza con il gol e non perdona: dopo una bella discesa sulla sinistra l’11 gialloverde calcia con violenza il pallone, Tammone non trattiene e la palla finisce in rete per il 2 a 0.

Il Venosa, forte della doppia superiorità numerica, potrebbe dilagare, ma emette la sentenza definitiva all’85’ con il tris del neo entrato Divietri, classe 2002, che segna un grandissimo gol con una conclusione dai 30 metri che termina la sua corsa sotto l’incrocio dei pali.

Si arresta così anche la gara, il Venosa esulta per il traguardo raggiunto, mentre il Paternicum si scaglia contro la terna arbitrale attraverso Coviello, che punta il dito contro il direttore di gara ed il selezionatore stesso capaci di rendere, secondo il D.S valligiano, ingiocabile la semifinale di ritorno alla formazione ospite.

MARCO QUAGLIANO

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE