Società e Cultura

Nasce “Basilicata Creativa”, il cluster lucano delle industrie culturali e creative

Si è riunito a Potenza, presso la sede del rettorato dell’Università della Basilicata, il primo direttivo del neonato Cluster Basilicata Creativa.

Basilicata Creativa si inserisce all’interno delle priorità individuate nella Smart Specialization Strategy Regionale (S3) con l’obiettivo di costruire opportunità di crescita e internazionalizzazione per le industrie culturali e creative lucane in stretto contatto con il mondo della ricerca presente in Basilicata.

Il ruolo principale del cluster sarà quello di favorire la contaminazione tra gli innovatori, i ricercatori e gli imprenditori lucani che operano nei settori della creatività applicata e della cultura, favorendo processi di trasferimento tecnologico, di internazionalizzazione e di miglioramento degli impatti socio-economici e culturali. Le attività di Basilicata Creativa saranno orientate a sostenere i progetti di innovazione già in atto e a generarne nuovi su tutto il territorio lucano.

E’ già in atto la costruzione di reti di partenariato internazionali, in collaborazione con altri cluster europei delle industrie culturali e creative e a breve sarà presentato il Piano Operativo triennale del Cluster.

Nelle prossime settimane Basilicata Creativa allargherà la base dei soci accettando nuove adesioni da parte di altre imprese culturali e creative con sede operativa in Basilicata.

Basilicata Creativa sarà uno dei cinque cluster operativi in Basilicata, nei prossimi anni, nell’Area di specializzazione intelligente Industria culturale e creativa che, assieme alle altre Aree Aerospazio, Bioeconomia, Energia e Automotive, rappresenta un settore strategico su cui sta investendo la nostra regione.

Basilicata Creativa nasce dopo più di un anno di incontri e condivisioni tra rappresentanti di imprese lucane e del mondo della ricerca. Si affianca ad altri cluster italiani e internazionali delle industrie culturali e creative che rappresentano differenti settori: ICT, media e multimedia, audiovisivo, industria dei videogame, cinema, editoria, design, comunicazione, architettura, beni culturali, arti visive, luoghi dello spettacolo, centri multiculturali, conservazione, valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale, valorizzazione del territorio e ambiente, teatro.

Lo scopo principale del Cluster sarà quello di aggregare le imprese creative lucane e instaurare un dialogo continuativo con i ricercatori e gli innovatori del mondo universitario e gli altri organismi di ricerca. L’obiettivo è generare processi di crescita e internazionalizzazione, utilizzando gli elementi ritenuti fondamentali per l’innovazione, ossia la creatività e la cultura.

Il sistema produttivo culturale e creativo ha prodotto il 6% della ricchezza italiana nel 2017, pari a oltre 92 miliardi di euro (in crescita del 2,0% rispetto al 2016). Inoltre il settore ha un effetto moltiplicatore sul resto dell’economia nazionale, pari a 1,8 punti percentuali. In altri termini, per ogni euro prodotto dalla cultura, se ne sono attivati altri 1,80 € in altri settori, quindi i 92 miliardi ne hanno stimolato altri 163, per arrivare a 255,5 miliardi prodotti dall’intera filiera culturale (rapporto Fondazione Symbola – “Io sono Cultura 2018”).

Per ulteriori informazioni: Raffaele Vitulli – Presidente Basilicata Creativa – Tel. 328.6651179 – Mail. info@basilicatacreativa.it

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS