“Mondo è stato e mondo sarà”. Il nuovo libro del lucano Giuseppe Melillo

Un intreccio di storie di sud, e sud sparsi, dei suoi paesaggi, dello scirocco ma anche miseria, il lavoro, lo sfruttamento, l’arroganza e la violenza. Il vero sfondo è più universale, è una geografia umana, che vede sfruttati e sfruttatori, soprusi e ribellioni condannati allo stesso estremo gesto estetico, dalla stessa poesia della povera gente che sempre cercherà di cambiare le ingiustizie e prima o poi ci riuscirà anche se ̀ ̀.

 

Come per un’antica abitudine della gente del sud, i genitori di Rocìo invece di ribellarsi decisero di partire. Scelsero di andare ancora più a sud, verso una terra, si diceva, dove la sorte non era decisa già alla nascita.

Un luogo dove gli uomini nascono senza la linea del destino sulla mano.

Così, almeno, dicevano i marinai.

 

Questa è una delle frasi presenti nel libro.

Il romanzo “Mondo è stato è mondo sarà” è un viaggio di  personaggi diversi, lontani, sospesi e che alla fine si ritrovano dalla stessa parte.

 

 

https://tracieloemandarini.blogspot.com/2020/01/mondo-e-stato-e-mondo-sara.html#more

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE