Società e Cultura

“Merenda a km zero”: al via progetto di Coldiretti nelle scuole della Basilicata

Favorire l’educazione alimentare delle nuove generazioni: è l’obiettivo dell’evento organizzato da Coldiretti Matera nell’Istituto Comprensivo Pascoli della Città dei Sassi. Sono stati coinvolti gli alunni delle classi della scuola materna del plesso di Via Nitti i quali, accompagnati dai genitori, hanno partecipato ad una merenda a km zero con clementine e uva della piana di Metaponto. La merenda è stata preceduta da una sessione di educazione alimentare a cura della naturalista Giulia Bonelli.

“I bimbi hanno mostrato grande entusiasmo nel partecipare a questa iniziativa – ha sottolineato Gianfranco Romano, presidente provinciale di Coldiretti – sono stati coinvolti in attività ludiche che hanno consentito di trasferire loro alcuni importanti concetti legati ad una sana alimentazione. E’ stata inoltre l’occasione per aumentare la sensibilità delle famiglie in relazione ai temi della filiera corta e della filiera a km0. Ringrazio il corpo docente della scuola che ha dimostrato grande sensibilità verso il tema alimentare e ci ha consentito di investire sulla corretta alimentazione dei nostri figli”. Anche in Basilicata sono molti i genitori  che – fa sapere Coldiretti Basilicata – lamentano il fatto che  i propri figli non consumano quotidianamente frutta e verdura. Per assicurare una migliore alimentazione ma anche per educare le nuove generazioni  è importante  privilegiare nelle mense scolastiche i cibi locali a km 0 che valorizzano le realtà produttive locali e garantiscono genuinità e freschezza.

Per questo Coldiretti Basilicata da alcuni anni è impegnata in un progetto  che coinvolge alunni delle scuole elementari e medie che partecipano a lezioni in programma nelle fattorie didattiche e nei laboratori del gusto organizzati nelle aziende agricole e in classe. L’obiettivo – conclude Coldiretti Basilicata – è quello di formare dei consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti per valorizzare i fondamenti della dieta mediterranea e ricostruire il legame che unisce i prodotti dell’agricoltura con i cibi consumati ogni giorno e fermare il consumo del cibo spazzatura. All’evento di Matera ha partecipato anche il delegato regionale di Coldiretti Giovani Impresa. Salvatore Palmieri,  il quale ha relazionato sulla sua esperienza di vendita diretta tramite i mercati di “Campagna Amica” e ha incuriosito i bambini mostrando loro i frutti di caviale di limone. Durante l’incontro sono state raccolte firme per la petizione “Smaschera il tuo cibo e mangia originale” che vede impegnata la Coldiretti nella raccolta di un  milione di firme per richiedere alla Commissione Europea una legge sull’etichettatura obbligatoria dei prodotti agroalimentari.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS