Notizie dal TerritorioPrimo Piano

Marsicovetere, il Ponte sul Copone, stressato da Eni, va rinforzato, ma è chiuso da mesi


Un ponte di pochi metri ha sempre collegato Marsicovetere con la campagna. L’area è piena di aziende agricole e per tutti i cittadini che l’hanno sempre percorso è fondamentale per la viabilità della zona. E quanto fosse importante il Ponte del Copone chi vive nelle aree rurali lo ha capito ancora di più quando è stato chiuso. Eni, che ha costruito il pozzo Sant’elia su quel ponte ci è passato e ripassato con i suoi mezzi pesanti. E quando il ponte, danneggiato, è stato chiuso per il restauro, nessuno immaginava che dovesse restare in quelle condizioni per tutto questo tempo. Ora Eni deve aprire un altro pozzo nelle vicinanze. E deve rinforzarlo.


La Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) è del 9 gennaio e il Comune, da quel momento, ha autorizzato i lavori. Ma a gennaio a oltre mille metri è impossibile lavorare. E il ponte è chiuso da quella data. La riapertura appare lontana. Il sindaco di Marsicovetere Sergio Claudio Cantiani sul Roma di oggi ha rassicurato i cittadini. Stando alle sue parole il ponte riaprirà presto. Per raggiungere le loro attività, i cittadini nel frattempo sono costretti a girare per contrada Barricelle, allungando di circa 15 chilometri il percorso, su una strada in cui è difficile far transitare i camion.

FONTE: ILMATTINODIFOGGIA.IT

CLICCA QUI
Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp