Politica

M5s: Caiata indagato per riciclaggio

Dopo i tanti problemi affrontati già nelle scorse settimane, ne arrivano altri, da risolvere subito, per il leader del “Movimento Cinque Stelle” Luigi Di Maio.

Salvatore Caiata, presidente 47enne del “Potenza Calcio”, “Lucano dell’anno 2017” per i suoi successi sportivi e candidato capolista del M5s alla Camera, in Basilicata, nel collegio uninominale Potenza-Lauria, risulta in queste ultime ore indagato per riciclaggio, in Toscana, dalla Procura della Repubblica di Siena.

Questo, dopo alcuni controlli eseguiti dai militari della Guardia di Finanza che pare, dalle prime notizie giunte in redazione in queste ultime ore, coinvolgano l’amato presidente del calcio lucano in una serie di passaggi, poco trasparenti, di alcune quote societarie di aziende e conti anche all’estero, dove, tra l’altro, sarebbe coinvolto Cataldo Staffieri, un imprenditore con il quale Caiata, in Toscana e Umbria, abbia chiuso in passato alcuni affari nel settore che riguarda proprio la ristorazione.

Caiata, in passato, si era occupato anche di sport, oltre che di ristorazione, dopo aver studiato, vissuto per tanti anni a Siena e deciso, infine, di ritornare nella sua Basilicata.

Nell’inchiesta anche un’altro nome, Igor Bidilo, che si occupa di tecnologie informatiche e meccaniche, specializzato nell’affitto di aziende.

Sarà per le prossime ore, sicuramente un’altra “gatta da pelare” per il responsabile del M5s, Di Maio, per capire come doversi muovere in questo preciso momento e, ovviamente, c’è da chiedersi sopratutto del perchè, di questa indagine fatta filtrare alla stampa, soltanto a distanza di appena 9 giorni dal voto.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS