Lavoro e Salute

I laureati vanno via dalla Basilicata. Dal rapporto Svimez l’amara conferma

In Basilicata il tasso di emigrazione più alto l'83%

Duecentomila i giovani laureati che hanno lasciato il Sud Italia per trovare casa e lavoro al nord: la Basilicata è la regione meridionale con il tasso di ‘migrazione’ più alto, con l’83%, seguita dalla Calabria (53%), la Sicilia (43%) e la Campania (23%).

Il dato emerge dallo studio effettuato dalla Rivista economica del Mezzogiorno edita dalla Svimez secondo cui nel 2016 il 40% dei residenti al Sud iscritti a un corso di laurea magistrale, si è spostato in un’università del del Centro-Nord per poi rimanervi a vivere.

La Svimez ha stimato che l’ emigrazione di studenti ha portato via in termini finanziari al Sud circa 30 miliardi, quasi 2 punti di Pil nazionale.

Al Centro Nord si registra il doppio dei laureati meridionali rimasti al Sud.

La Svimez dimostra che siamo di fronte ad un fenomeno preoccupante: se nel 1980 solo il 5% degli emigrati meridionali al nord era laureato, nel 2015 siamo arrivati ad una percentuale del 25%.

Nel rapporto pubblicato dalla Rivista economica del Mezzogiorno emerge che le università meridionali , in rapporto agli studenti iscritti regolari, ricevono l’11% in meno di risorse economiche rispetto alla media nazionale. Il calo delle iscrizioni agli atenei del Sud rischia di aggravare questa situazione.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS