Società e Cultura

Lagonegro – Festival della cultura 2021


“Dalla città di Monnalisa in atto un nuovo rinascimento”

Un evento che si ripete giunto alla sua ottava VIII° edizione, alle ore 18.00 di sabato 31 si sono aperte le porte dell’emblematico Palazzo della Città di LAGONEGRO (PZ) “Palazzo Corrado” che ha accolto la manifestazione tenutasi fino alla sera del 1 Agosto, un l’alternarsi di laboratori formativi di poesia e di pittura. Organizzato e promosso dall’Associazione Salotto Culturale Donata Doni.

Il Festival della Cultura, è una due giorni attesa con entusiasmo, un appuntamento consolidato negli anni, una rassegna di incontri che vede ogni anno confluire ospiti illustri del mondo della musica, dell’arte, della letteratura, della storia e della poesia con l’obbiettivo di stimolare le menti, portando nel Lagonegrese e nella Basilicata alcune delle più importanti personalità del nostro tempo, come riferisce- la prof.ssa Agnese Belardi – ideatrice del festival e presidente del salotto culturale Donata Doni che con tenacia ed encomiabile impegno promuove l’evento con il patrocinio del Comune di Lagonegro.

La Mostra aperta nello storico Palazzo Corrado, colorato di opere d’arte e di artigianato anche riciclato, alla presenza della Sindaca Maria Di Lascio, la Fondazione Marco Tullio Cicerone, Pres. Antonio Farina, l’Accademia Tiberina Basilicata, Pres. Nicola Pascale , il parroco Don Gianluca Bellusci, con la presentazione del libro “Vino Torbido” di MARCELLO FAVALE, ospite l’autore il prof.re Gerardo Melchionda.

Lagonegro divenuta fucina di cultura con i volontari delle associazioni, che hanno collaborato durante il loockdown e aderito al progetto del SALOTTO DONI. L’arte che non si è fermata neanche in tempi di Pandemia L’arte che sopravvive anche in tempo di Covid nonostante tutto, con i suo i numerosi segni di speranza e di “Rinascita”- Il futuro in una poesia-

 All’ombra dei secolari alberi declamate poesie in vernacolo coordinati da Luciano Magnanimo alla presenza di poeti giunti tutta Italia nella città di Monnalisa. E nel contesto non poteva mancare il Teatro, diretto dalle attrici Marianna Pica e Nunzia Gioia

La manifestazione si è conclusa con la proclamazione del PREMIO di pittura “Enzo De Filippo”, artista scomparso prematuramente che ha lasciato centinaia di opere d’arte rivolte prevalentemente agli umili e al sociale, la cui collezione è tutelata della sorella dell’artista, Maria Carmela De Filippo, e con l’artista Maria Rosaria Verrone sono curatrici dell’allestimento nella sala a lui dedicata.

Fulcro dell’iniziativa i tanti ragazzi ricchi di risorse inaspettate, questa edizione dedicata in particolar modo ai bambini e agli studenti che hanno sofferto la frustrazione della pandemia, l’assenza della scuola e del relazionarsi con i loro compagni. Rimarchevole il racconto di una inedita biografia presentata dalla dott.ssa Sonia Fanuli.

La cerimonia di premiazione condotta dalla prof.ssa Agnese Belardi con la partecipazione dei giovani Paolo Ielpo e Rosanna Consoli, ha svelato i vincitori del 2021 solo in last minute, scelti tra i finalisti del contest rispettivamente: 1° posto Lauria Art

2° posto Maria Mastrojanni(Napoli)

 3° posto Giuseppe De Maria( Compagni di strada Lagonegro)

Una menzione speciale al pugliese STEFANO PEDONE.

 1° Posto all’associazione Lauria Art e vincitore assoluto social giuria FB Gino Mastroianni(Lauria).  Il gran finale affidato l’opera “Ologramma in La minore” di Gianpaolo Mastropasqua, medico psichiatra e musicista, accompagnato al clarinetto e dal compositore e chitarrista Nicola Albano, esibizione di due inediti artisti, tra poesia e musica sperimentale. A riaffermare il concetto che, nonostante i necessari sforzi che stiamo compiendo con le misure di distanziamento sociale, la Cultura fortifica sempre e sensibilizza le nostre emozioni in modo positivo.

Carmen De Rosa

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com