Società e Cultura

La Regione Basilicata sostiene il lavoro dei giornalisti



Le parole del Presidente Bardi: “fare una legge quadro per l’editoria, una legge di sistema che riguardi tutti, web, carta stampata, televisioni, radio e agenzie”. Ha inoltre riferito che “è stato fatto per la prima volta un bando per tutte le agenzie di stampa, per avere rapporti con la Regione bisognerà assumere giornalisti lucani”.

Una legge di sistema che regoli al meglio i diritti di chi fa il mestiere del giornalista per professione, che aiuti gli organismi di categoria Inpgi e Casagit e che tuteli la libertà di essere informati. Su questi capisaldi si muoverà l’esecutivo Bardi per una legge di sistema che riguardi tutti gli strumenti tutelati dai contratti nazionali di categoria.



Lo ha detto il capo Ufficio Stampa della Giunta regionale, Massimo Calenda, durante l’incontro annuale con i giornalisti alla presenza del presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

“Per la prima volta – ha aggiunto Calenda – è stato fatto un bando, aperto a tutte le agenzie di stampa nazionali, che contiene la clausola del corrispondente locale. Si tratta di una misura che potrebbe garantire nuova occupazione. Così – ha concluso Calenda – si tutela la categoria, costruendo occasioni di lavoro e non sterili e inutili polemiche autoreferenziali”.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close